Conte come Renzi: "Sui migranti l'Italia non è più sola". Il confronto tra il premier e il suo predecessore

Sarà solo una coincidenza, ma le parole pronunciate con soddisfazione dal presidente del Consiglio all'uscita della lunga notte di trattative al vertice Ue di Bruxelles sono le stesse identiche usate nel novembre del 2015 dall'ex segretario del Pd dopo un summit europeo sull'Africa

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sarà solo una coincidenza, ma le parole pronunciate con soddisfazione dal premier Giuseppe Conte all'uscita della lunga notte di trattative al vertice Ue di Bruxelles sono le stesse identiche usate nel novembre del 2015 dall'allora presidente del Consiglio Matteo Renzi. Oggi come allora, ma allora con sbarchi molto più allarmanti, il tema immigrazione è al centro del dibattito europeo. E oggi come allora, i leader Ue annunciano grossi investimenti per l'Africa per contenere i flussi di migranti. Con la speranza che, stavolta, gli impegni si traducano in realtà

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • L'italia non è sola: è contro!

  • Tema Migranti. Credo che ormai da decenni ci siamo infilati in un tunnel che purtroppo non sembra avere percorribili vie d'uscita, situazione questa per la quale dobbiamo ringraziare quella moltitudine di buonisti che hanno condiviso quella illusoria ed alquanto discutibile linea di pensiero "fondata sulla convinzione che i Paesi debbano aprire le porte ai Migranti" poiché "detti buonisti" reputano che oggi ci siano realmente tutte le potenzialità finanziarie e le capacita operative per poter assicurare a tutti i Popoli del Mondo "uguali diritti in merito a libertà giustizia e lavoro". Questa particolarmente costosa linea di pensiero ha purtroppo generato molti più problemi che offerto concrete soluzioni, in quanto mi sembra abbastanza evidente che con il miraggio "di libertà diritti giustizia e lavoro" hanno di fatto soltanto incrementato la conflittualità in molti Paesi e conseguentemente innescato le drammatiche vicende legate ai flussi migratori, flussi sopratutto di giovani che purtroppo per loro disgrazia verranno probabilmente soltanto sfruttati ed andranno inevitabilmente ad ingrossare le file degli schiavi del terzo millennio, sperpero irrazionale di ingentissime risorse per accogliere questi giovani ma senza viceversa avere la materiale possibilità di poter fornire a tutti loro alcuna speranza per un futuro migliore. Forse se le enormi risorse impiegate per supportare la molto costosa e complessa gestione dei flussi migratori, fossero sfruttate non per come sta accadendo per favorire i loschi guadagni di quanti stanno sia gestendo la fuga dei giovani dai loro Paesi che innescando le svariate conflittualità tra Poteri Etnie e Religioni, ma molto più razionalmente pianificando una serie di iniziative e corposi finanziamenti per consentire a detti giovani di rimanere a casa loro, in quanto se adeguatamente ed economicamente supportati rappresentano l'indispensabile forza lavoro in grado di consentire ai loro Territori di poter sperare in un futuro migliore, sia in tema di vivibilità che per aumento delle occasioni e della redditività del lavoro, obbiettivi che senza il loro operoso apporto sarebbero irraggiungibili ed i loro Paesi di fatto sarebbero irrimediabilmente condannati alla fame o ancor peggio alla desertificazione. Mi sembra anche abbastanza condivisibile l'affermazione che soltanto aiutando le popolazioni a casa loro le conflittualità verrebbero probabilmente almeno in parte attenuate, ed il lavoro e non certamente la schiavitù diventerebbe per questi giovani la principale aspettativa di vita. Buonisti che predicano "l'apertura delle porte e l'accoglienza a tutti i costi" ma che purtroppo le loro affermazioni penso siano di pura facciata, in quanto solitamente dei loro averi e delle proprie case hanno fatto dei luoghi impenetrabili agli estranei, avendole opportunamente e gelosamente protette con recinti allarmi porte blindate e casse forti per poter custodire tutti i propri gioielli, buonisti che vorrebbero si emulare S. Francesco ma dimenticando forse che il Santo ha si aperto le porte a tutti, ma che nel contempo non ha donato soltanto il suo superfluo ma al contrario tutti gli averi. Per concludere penso che forse "la storia a molti dei citati portatori della menzionata utopica ed alquanto opinabile linea di pensiero" non abbia purtroppo insegnato molto, poiché da che mondo e mondo "diritti universali - libertà - giustizia - lavoro" non sono delle regalie che con un tocco di bacchetta magica scendono tranquillamente dal cielo, ma sono invece sempre state soltanto il frutto delle conquiste dei singoli Popoli, chiaramente ottenute non certamente fuggendo dalle proprie case ma soltanto con innumerevoli sacrifici e dopo dure e secolari cruente lotte. Comunque non illudiamoci che si possa realmente uscire dal tunnel in cui ci siamo infilati, se non saremo in grado di intervenire per incidere e migliorare sensibilmente "le culture di quei Paesi" i cui Popoli sono drammaticamente i più poveri del Mondo, cercando di razionalizzarle per far si che la loro crescita demografica non sia più incontrollata e purtroppo come accadde oggi esponenziale, o se le gravi situazioni generate dalle feroci lotte intestine per il Potere tra le Etnie e le Religioni che si registrano in varie parti del Mondo, alle quali va in buona parte certamente imputato il notevole incremento sia delle povertà che dei processi migratori, debba essere realmente un problema al quale debba farsi carico soltanto l'Europa. BRUNELLO ZANITTI Giuliano

    • Troppo lungo , io amo le persone che sintetizzano. Se a una donna, tu dici "Ti amo" nel momento giusto e con tutto il sentimento che un uomo possa esternare, avrà maggior valore di una predica fatta ad una associazione di naturisti che amano la natura. Vedi, sono bastate due parole... quelle non dette le avevano già entrambi nel loro cuore.

Potrebbe Interessarti

  • Video

    "Il governo ha fallito. L'Italia deve essere più forte in Europa": parla Maullu, candidato alle europee per Fdi

  • Multimedia

    Tg Europa Today: acquisti online, più controlli e diritti per i consumatori Ue

  • Multimedia

    Tg Europa Today: chi sono gli eurodeputati italiani più produttivi?

  • Multimedia

    Tg Europa Today: i 10 successi del Parlamento europeo negli ultimi 5 anni

Torna su
EuropaToday è in caricamento