Avanti Brexit: Strasburgo vota per il passaggio alla fase 2 dei negoziati

Messaggio in vista del Vertice Ue: avanti sì, ma con prudenza. Necessario assicurarsi che Londra rispetti impegni presi venerdì scorso. Cinque punti ancora da chiarire prima di passare ai negoziati sulla futura relazione Bruxelles-Londra.

Dibattito sulla Brexit. Parlamento Ue. © European Union 2017 - Source : EP.

Passare alla Fase 2 dei negoziati sulla Brexit. E' questo l'invito che Strasburgo ha inviato ai Capi di Stato e di governo, riuniti da oggi a Bruxelles nel vertice di dicembre, approvando a larga maggioranza - 556 voti a favore, 62 contrari e 68 astensioni - una risoluzione sullo stato delle trattative sul divorzio con Londra. Andare al secondo livello, quello sul futuro accordo tra Ue ed Uk, ma assicurandosi che il Regno unito "rispetti gli impegni presi", una precisazione figlia di un'intesa, quella raggiunta venerdì all'alba tra Jean-Claude Juncker e Theresa May, non troppo chiara e già da subito messa in dubbio dal ministro della Brexit David Davis. 

Acccordo Ue-Londra non vincolante, ministro della Brexit gela Bruxelles

5 questioni da chiarire

Secondo il Parlamento Ue sul tavolo ci sono ancora 5 questione poche chiare. La prima riguarda l'estensione della protezione dei diritti dei cittadini Ue anche ai partner futuri di questi, cosa al momento non pienamente assicurata. Quindi, i cittadini dell'Ue e del Regno Unito che richiedono lo status di residente permanente dovrebbero inoltre avere a disposizione una procedura amministrativa snella e agevolata.

Altro punto, quello sulle decisioni della Corte di giustizia Ue sui diritti dei cittadini che, chiedono gli eurodeputati, dovranno essere vincolanti mentre sarà da definire anche il ruolo dell'Ombudsman della Ue, il mediatore europeo, che risponde alle denunce sollevate dai cittadini. Ultimi due punti: garanzie sulla libera circolazione dei cittadini britannici nella futura Ue a 27 e che il Regno Unito rispetti gli impegni assunti nei confronti dell'Irlanda del Nord

Per il periodo di transizione, che deve essere limitato nel tempo, i deputati chiedono che l'intero 'acquis', il corpus normativo comunitario (compresi i diritti dei cittadini) sia applicabile al Regno Unito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tajani, assicurarsi che accordi siano rispettati

"Dobbiamo assicurare", ha affermato dopo il voto il Presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani, "che la dichiarazione congiunta Ue-Gb sia pienamente e fedelmente tradotta nella formulazione del trattato per l'uscita. Non ci saranno discussioni sulle relazioni future - ha aggiunto - se i principi contenuti nella dichiarazione non saranno pienamente implementati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria alza un muro con l'Italia: "Non apriremo confini, non ha il controllo del coronavirus"

  • Basta dumping fiscale, Bruxelles contro Olanda, Irlanda e altri 4 Paesi Ue

  • La "Vespa cinese" troppo simile a quella Piaggio, Ue blocca lo scooter di Pechino

  • Olanda e Austria contro gli aiuti Ue all'Italia: "Concederemo solo prestiti"

  • "Isoliamo virus simili al Covid, ma pandemia non è colpa nostra": il laboratorio di Wuhan respinge le accuse

  • I Paesi Ue litigano sui turisti: no regole comuni, sì ai corridoi bilaterali

Torna su
EuropaToday è in caricamento