Vacanze, due italiani su cinque non possono permettersele

Secondo l'Eurostat, il 43,7% dei nostri connazionali non ha le risorse sufficienti per pagarsi un soggiorno di una settimana lontano da casa. Peggio di noi solo rumeni, croati, greci e ciprioti

Concedersi un soggiorno estivo di una settimana lontano da casa, al mare come in montagna? Una chimera per due italiani su cinque, quasi la metà. E' quanto emerge da un'indagine dell'Eurostat relativa al 2018. 

Secondo le stime dell'istituto di statistica europeo, ben il 43,7% dei nostri connazionali sopra i 16 anni non hanno potuto permettersi una vacanza di 7 giorni fuori casa durante l'estate. La media nell'Ue è del 28,3%. Peggio di noi solo romeni (58,9%), croati (51,3%), greci (51%) e ciprioti (51%).

Inability to afford one week holiday-2

Le percentuali più basse sono state registrate in Lussemburgo (10,9%, dati del 2017) e in Svezia (9,7%). In Germania, il 14,5% della popolazione non si è potuto permettere un soggiorno, in Francia il 22,6%. Dal 2013, il numero di persone che non possono permettersi una settimana di vacanza lontano da casa è diminuito in modo significativo in diversi Paesi membri dell'Ue, con i cali più marcati registrati in Bulgaria (meno 35,8 punti percentuali dal 2013 fino al 30,5% nel 2018) e in Polonia (meno 26 punti percentuali dal 2013 al 34,6% nel 2018), ha fatto sapere Eurostat.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telecamere sul lavoro? "Non violano privacy, giusti licenziamenti"

  • Macron contro tutti, Francia unica contraria a Albania e Macedonia del Nord nell’Ue

  • Pensioni a 69 anni e recessione, le previsioni economiche in Germania fanno paura

  • Il crimine non ha genere: ecco le 21 donne più ricercate d'Europa

  • Il deficit del duo Di Maio-Salvini? Più basso di quello del governo Gentiloni

  • No all'Albania nell'Ue, il Kosovo striglia l’Europa: “Non cedete a paura del populismo”

Torna su
EuropaToday è in caricamento