Ryanair, i sindacati europei chiedono a Bruxelles di intervenire: "Basta dumping sociale"

Secondo Itf ed Etf, la legislazione Ue ha delle lacune che consentono alla compagnia aerea low cost di contrattualizzare i propri equipaggi senza far riferimento alle norme del paese in cui è collocata la loro base, spostandosi in altri dove le norme sono più favorevoli

Ryanair rispetti le norme sul lavoro dei paesi in cui opera. Nei giorni dello sciopero degli equipaggi della compagnia aerea irlandese in Irlanda, Germania, Svezia, Belgio e Olanda, i i sindacati dei trasporti europei Itf (International transport federation) ed Etf (European transport federation) hanno scritto alla Commissione europea e al Parlamento Ue chiedendo di intervenire sul "vuoto legislativo" che, a loro giudizio, consente a Ryanar di aggirare le norme sui diritti dei lavoratori.

"Ryanair - si legge nella lettera aperta - ha ancora molta strada da fare prima di essere considerata giusta con i propri dipendenti". Secondo i sindacati europei, la legislazione Ue ha delle lacune che consentono alla compagnia aerea low cost di contrattualizzare i propri equipaggi senza far riferimento alle norme del paese in cui è collocata la loro base, spostandosi in altri dove la legislazione è più favorevole.

Il nuovo sciopero

La compagnia Ryanair ha cancellato circa 400 voli in tutta Europa per lo sciopero di 24 ore indetto dai piloti in Germania, Irlanda, Belgio, Svezia e Paesi Bassi. In Germania, lo sciopero del sindacato dei piloti Vereinigung Cockpit ha costretto Ryanair ad annullare 250 voli in dieci aeroporti, causando disagi a 42.000 passeggeri. In Belgio, le cancellazioni in programma sono 104 (82 all'aeroporto di Charleroi, 22 all'aeroporto di Zaventem) e coinvolgono circa 14.000 passeggeri. In Spagna, secondo il sindacato, la protesta ricadra' su circa 67.000 passeggeri, mentre Ryanair indica circa 55.000. In Svezia, lo sciopero di una quarantina di piloti, circa l'80% di quelli assunti dalla compagnia aerea, ha causato la cancellazione di 22 voli all'aeroporto di Skavsta (sud di Stoccolma). In Irlanda, la mobilitazione della Association of Irish Airline Pilots ha portato alla cancellazione di 20 voli, il 7% del totale, con effetti su circa 3.500 clienti.

La replica di Ryanair

"Nonostante l'inutile e ingiustificato sciopero in 5 dei nostri 37 mercati, oltre 2.000 voli Ryanair (l'85% di quelli in programma) opereranno normalmente nella giornata di oggi, trasportando quasi 400.000 clienti in tutta Europa", è stata la replica della compagnia. "Abbiamo compiuto ogni azione possibile per ridurre al minimo i disagi e abbiamo informato i nostri clienti il prima possibile circa le loro opzioni di trasferimento gratuito su una rotta alternativa, rimborso o riprotezione sul primo volo disponibile - continua l'azienda - La maggior parte dei clienti interessati è già stata riprotetta su un altro volo Ryanair. Vogliamo ancora una volta scusarci con i clienti affetti e chiediamo ai sindacati che hanno promosso lo sciopero di continuare le negoziazioni anzichè indire altri scioperi ingiustificati"

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • Il Lussemburgo sarà il primo Paese Ue a legalizzare (davvero) la cannabis

  • Migranti, tutte le leggi che viola Salvini

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • Migranti, tutte le leggi che viola Salvini

  • "Portate la Tav anche al Sud", l'appello di Al Bano a Bruxelles

  • “Alcoltest nei porti per bloccare camionisti e conducenti in stato d’ebbrezza”

  • Altro che taglio delle accise: il diesel più caro d'Europa è in Italia

Torna su
EuropaToday è in caricamento