L'Ue a Ryanair: "Rispetti le leggi sul lavoro dei Paesi in cui opera"

Lo ha detto la commissaria Thyssen durante un incontro con l'ad della compagnia aerea irlandese O'Leary: "Non sono contro il modello di business low-cost. Ma grandi successi comportano grande responsabilità"

Ryanair deve applicare ai suoi lavoratori la legge del Paese in cui operano e non quella di bandiera, ossia la normativa irlandese. Si tratta di rispettare le norme europee, e questo rispetto "non deve essere negoziato dai lavoratori e non può essere rinviato". Non manca certo di chiarezza il messaggio che la Commissione europea ha recapitato direttamente nelle mani del grande capo di Ryanair, Michael O'Leary, nel corso di un incontro che si è tenuto oggi a Bruxelles.

Sullo sfondo le proteste dei lavoratori di diversi paesi europei in cui opera la compagnia aerea di Dublino. Proteste che dovrebbero sfociare in nuovi scioperi e disagi per i viaggiatori nei prossimi giorni. A chiarire la posizione di Bruxelles è la commissaria Ue agli Affari Sociali, Marianne Thyssen. "C'è stata una discussione aperta e franca sulle politiche del lavoro (di Ryanair, ndr) e le attuali tensioni sociali", ha spiegato il portavoce della Commissione, Margaritis Schinas: "Thyssen ha ricordato a O'Leary che deve rispettare tutte le leggi dell'Ue". 

Durante l'incontro, avvenuto su richiesta di O'Leary, Thyssen ha ribadito che le regole Ue sui contratti di lavoro per gli equipaggi escludono che sia la bandiera della compagnia a determinare la legislazione applicabile. Secondo la Commissione, Ryanair deve rispettare la legislazione del paese in cui gli equipaggi sono basati. Il rispetto della legislazione Ue "non è qualcosa che può essere fatto in modo diverso da Paese a Paese", ha avvertito Thyssen. "Non sono contro Ryanair o contro il modello di business low-cost. Ma grandi successi comportano grande responsabilità. Il mercato interno non è una giungla" e "ha chiare regole sulla mobilità del lavoro e la protezione dei lavoratori", ha detto la commissaria.

Potrebbe interessarti

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

I più letti della settimana

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Il "patto del cavoletto" tra Pd e M5s spacca il governo. E ora la Lega teme per il 'suo' commissario

  • Un euro al giorno per prendere tutti i mezzi pubblici, a Berlino pronta la rivoluzione del trasporto

  • Migranti, Von der Leyen: "Salvare vite in mare è un dovere, riformare regole di Dublino"

  • Migranti, ministro tedesco a Salvini: "Stai già twittando per dire che siamo cattivi?"

Torna su
EuropaToday è in caricamento