Ryanair, appello da Strasburgo: “Violata la Carta dei diritti Ue, Commissione intervenga”

L'eurodeputato di Liberi e Uguali, Massimo Paolucci, scrive all'Esecutivo comunitario: “Ritorsioni dell'azienda contro lo sciopero sono inaccettabili”

EPA/HAYOUNG JEON

“Le ritorsioni annunciate da Ryanair contro i lavoratori che aderiranno allo sciopero programmato per il 15 dicembre rappresentano un gravissimo attacco ai diritti sanciti dalla Costituzione italiana e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Ue, la Carta di Nizza. Per questo ho depositato un’interrogazione urgente alla Commissione europea per chiedere come intenda tutelare i diritti inalienabili dei lavoratori facendo in modo che la compagnia non metta in atto alcuna minaccia”. Lo dice l'eurodeputato di Liberi e Uguali, Massimo Paolucci, in merito alle tensioni interne a Ryanair dopo che il sindacato italiano dei piloti ha annunciato uno sciopero per domani.

“La Carta di Nizza – spiega Paolucci - riconosce il diritto alla contrattazione collettiva e allo sciopero, visto come mezzo d'azione per la difesa degli interessi in caso di conflitti”. Secondo l'articolo 28 della Carta 'I lavoratori e i datori lavoro, o le rispettive organizzazioni, hanno, conformemente al diritto dell'Unione e alle legislazioni e prassi nazionali, il diritto di negoziare e di concludere contratti collettivi, ai livelli appropriati, e di ricorrere, in caso di conflitti di interessi, ad azioni collettive per la difesa dei loro interessi, compreso lo sciopero'. 

“La lettera inviata da Ryanair rappresenta una doppia violazione – conclude Paolucci - per il diritto europeo e per quello di ciascuno Stato interessato. Una forzatura inaccettabile”.

Potrebbe interessarti

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

I più letti della settimana

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Il "patto del cavoletto" tra Pd e M5s spacca il governo. E ora la Lega teme per il 'suo' commissario

  • Migranti, Von der Leyen: "Salvare vite in mare è un dovere, riformare regole di Dublino"

Torna su
EuropaToday è in caricamento