Bruxelles 'smonta' il reddito di cittadinanza: "Effetto marginale su consumi famiglie"

La Commissione europea rivede al ribasso le stime di crescita del Paese. A pesare “l'incertezza della politica nazionale e interna”

Il reddito di cittadinanza non sembra essere quella grande rivoluzione che l’ala pentastellata del governo Conte sbandiera. Almeno stando agli esperti economici di Bruxelles. La Commissione europea, infatti è dell’idea che l’aumento del potere d’acquisto delle famiglie nel 2019 sarà determinata principalmente dal calo dei prezzi del petrolio, e solo “marginalmente dall'introduzione del sistema di reddito della cittadinanza”. E’ quanto contenuto nelle previsioni economiche d’inverno dell’esecutivo comunitario, in cui si esprimono dubbi sulle politiche di governo.

Crescita al palo

Se quest’anno l’italia crescerà solo dello 0,2% si deve anche a “l'incertezza della politica nazionale e interna”, che incide in maniera determinante sul comportamento delle imprese. Queste ultime, scrive la Commissione, ridurranno “bruscamente” gli investimenti nel 2019, e nel 2020 il livello di investimento potrebbe “restare in sordina” se non si cambia la situazione e si crea un ambiente in grado di attirare il mondo industriale.

“Le tensioni sociali e l'incertezza della politica fiscale in alcuni Stati membri”, recita il documento della Commissione, sono tra i motivi della revisione al ribasso di tutte le stime. Un riferimento al braccio di ferro sulla manovra consumatosi tra Roma e Bruxelles prima di Natale, e i dubbi legati ad un sistema, quella italiano, considerato da molti come insostenibile.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Ora è la Grecia a presentare il conto alla Germania: "Paghi i debiti di guerra"

  • Attualità

    Elezioni, il Regno Unito non cambia gli equilibri: nel prossimo Parlamento necessarie larghe intese

  • Attualità

    Basta annunci ingannevoli, Strasburgo vota le nuove norme sugli acquisti online

  • Attualità

    Un 'sovranista' Juncker dà l'addio a Strasburgo: l'Europa non si realizza senza nazioni

I più letti della settimana

  • Produzione industriale, l'Italia traina la crescita dell'Eurozona. Bloomberg: “Effetto tiramisù”

  • “I dipendenti di Amazon costretti a lavorare nonostante infortuni”

  • Ora è la Grecia a presentare il conto alla Germania: "Paghi i debiti di guerra"

  • Velocità assistita e “scatola nera”, ecco i 30 nuovi salvavita obbligatori per i veicoli

  • "Salvini è stato il deputato Ue più influente degli ultimi anni"

  • Greta: Mondo in fiamme come Notre-Dame, ma non ha fondamenta così solide

Torna su
EuropaToday è in caricamento