"Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

Secondo un sondaggio, la misura, cavallo di battaglia della sinistra, conquista anche la destra

Il reddito di cittadinanza conquista anche il Belgio. Sebbene se ne parli da due anni, il dibattitto sull'introduzione di un assegno mensile per aiutare le fasce più povere della popolazione è tornato in auge, dividendo il mondo politico belga trasversalmente, da sinistra a destra. Ma tra i cittadini, almeno stando a un sondaggio, la maggioranza è a favore dell'avvio di una misura sul modello di quanto fatto in Italia.

Va detto anche che in Belgio sono già presenti diverse misure di assistenza sociale, alcune delle quali verrebbero sostituite dal reddito di cittadinanza, almeno secondo quanto sostengono i promotori della sua introduzione. Fatto sta che il 59% dei belgi, secondo un sondaggio dell'European social survey, è a favore.

Politicamente, l'idea seduce più a sinistra (77%) che a destra (51%), ma in entrambi i fronti conquista la maggioranza. Lo stesso accade nelle singole regioni: a Bruxelles si dicono d'accordo all'introduzione ben il 77% degli intervistati, in Vallonia il 64% e nelle Fiandre (la regione più ricca e più restia ad aumentare la spesa sociale) il 53%.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

  • La Libia in guerra fa 1,6 miliardi di ricavi al mese con il petrolio

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Greenpeace punta il dito contro Volkswagen: “Maglia nera mondiale per emissioni”

Torna su
EuropaToday è in caricamento