“Italia riconosca la doppia laurea in Austria”, dentista vince ricorso Ue e potrà fare il chirurgo

La Corte europea dà ragione a un medico italiano che aveva ottenuto un doppio titolo a Innsbruck: il Ministero aveva accettato solo quello in odontoiatria. Il motivo? Da noi non si puo' essere iscritti a due corsi universitari in contemporanea

Hannes Preindl potrà finalmente esercitare due professioni mediche: quella di dentista e quella di chirurgo. La Corte di giustizia Ue ha infatti accolto il ricorso di questo medico italiano che aveva ottenuto un doppio titolo all'Università di Innsbruck, in Austria, ma che tornato nel suo Paese si era visto riconoscere solo quello di odontoiatra.

Il motivo? Preindl aveva ottenuto i titoli seguendo due corsi di laurea in contemporanea. Cosa concessa in Austria, ma vietata in Italia. Ecco perché il ministero della Salute aveva deciso nel 2014 di non concedergli il riconoscimento del titolo di chirurgo, limitandosi ad accettare solo quello di dentista, riconosciuto nel 2013.

Dopo quattro anni di battaglie legali, la Corte di giustizia Ue ha dato finalmente ragione a Preindl: le norme europee sul riconoscimento automatico dei titoli tra uno Stato membro e l'altro vanno attuate senza discriminazioni legate alla frequenza dei corsi. In altre parole, se l'Austria consente a uno studente di seguire in contemporanea due corsi di laurea e ottenere due titoli, l'Italia deve riconoscerli entrambi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Punta a creare una medicina più accessibile? Allestire un ambulatorio con due lettini e visitare contemporaneamente due pazienti? Con un prezzo della visità dimezzato ovviamente. Che dire? Non male, mezza mela al giorno leva un medico di torno!

Notizie di oggi

  • Attualità

    “Fondo monetario europeo? No, grazie”, il M5s boccia la proposta tedesca

  • Attualità

    “Brexit, il favore di Salvini a Farage: stop al rinvio e uscita immediata dall’Ue”

  • Lavoro

    Prodotti falsi, nell'Ue un business da 121 miliardi. Italia è tra i Paesi più colpiti

  • Attualità

    Cina e sicurezza, Lega critica l'Ue ma prova a mediare. Zanni: “Valuteremo rischi su Huawei”

I più letti della settimana

  • "Lasciate pignorare le case o niente soldi", l'Eurogruppo blocca i fondi per la Grecia

  • Cina, Prodi 'apre' al governo: "Italia intercetti la nuova via della seta". E sull'Ue: "Pane mezzo cotto"

  • Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

  • Test alcolico pre-guida e sistema anti-distrazione: ecco i nuovi salva-vita obbligatori per le auto

  • Pensioni "care" e scuole senza fondi: sul sociale l'Italia spende più della Germania

  • Brexit, Londra esclude il No Deal (per ora). Cosa succede adesso

Torna su
EuropaToday è in caricamento