Mancano macchinisti per i treni, al via corsi speciali per migranti

Succede in Germania, dove la necessità di trovare una sistemazione a 44mila richiedenti asilo e lo scarso interesse per la professione dei nazionali hanno spinto il land di Baden-Wurttemberg ad aprire le selezioni agli stranieri

Certificato di lingua, patente di guida e via. La Germania lavora per integrare i richiedenti asilo fornendo loro un lavoro come conducenti ferroviari. Il land di Baden-Wurttemberg, nel sud-ovest della federazione, è intenzionato a colmare la carenza di posti di lavoro con i non-tedeschi. La necessità di trovare una sistemazione a 44mila richiedenti asilo e lo scarso interesse per la professione dei nazionali che non vogliono salire nella cabina di comando hanno condotto il governo locale a predisporre la speciale strategia.

Il ministero dei Trasporti di Baden-Wurttemberg ha fatto sapere che nel giro di quindici mesi si renderà necessaria l’assunzione di circa mille nuovi conducenti ferroviari per garantire la continuità del servizio su rotaia. Il turn-over vedrà l’amministrazione locale investire in corsi di lingua e di formazione professionale. Chi avrà una buona conoscenza del tedesco potrà accedere alla scuola-guida per i convogli. La speciale politica sarà finanziata dal Land e dalle compagnie di trasporto, che divideranno i costi necessari.

Circa 1,4 milioni di rifugiati sono entrati in Germania solo tra il 2015 e il 2017. Si tratta principalmente di persone provenienti da Medio Oriente e Nord Africa. Il programma annunciato per la formazione di nuovi macchinisti dovrebbe partire entro la fine dell'anno e potrebbe anche far fronte alle carenze nella costruzione di binari e nel personale di officina. Si tratta di un esperimento, che se tutto va bene potrà fungere anche da esempio.

“Questa iniziativa – spiega Christian Rauch, direttore del dipartimento regionale dell'Agenzia federale per l'impiego della Germania – potrebbe incontrare un grande interesse in altri settori, alla ricerca di lavoratori qualificati tra i rifugiati”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Auguri così dei potenziali terroristi potranno infiltrarsi nelle reti ferroviare , possoni portare le bombe a bordo senza essere considerati sospetti o schiantarsi con tutto il treno al fine corsa in stazione gridando il motto Allah l'è àl bàr, visto che per farlo si drogano o si sbronzano dal momento che in caso di martirio tutto è giustificato secondo la scharia dei fuori di testa!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Via i fondi regionali ai Paesi Ue che non rispettano le regole di bilancio

  • Attualità

    Il Labour apre (ma non troppo) a un secondo referendum sulla Brexit

  • Attualità

    Perché l'attacco di Di Battista alla Francia "piace" alla Germania

  • Attualità

    Asse Parigi-Berlino: cos'è il Trattato di Aquisgrana. Che la Lega contesta 

I più letti della settimana

  • La guerra del Big Mac: il “Davide” irlandese sconfigge McDonald's. "Grazie all'Ue"

  • "Per la Germania sono finiti i tempi migliori", l'allarme degli industriali tedeschi

  • Che cos’è il franco Cfa che i 5 Stelle attaccano. E che ha poco a che vedere con i migranti

  • Strasburgo apre al reddito di cittadinanza: "Possibile co-finanziamento Ue"

  • Colpo a Orban e Kaczynski, Strasburgo taglia i fondi Ue a chi non rispetta lo stato di diritto

  • Caos Brexit, l'allarme dell'industria farmaceutica: "Rischi per pazienti in Ue e nel Regno Unito"

Torna su
EuropaToday è in caricamento