Prezzi più alti grazie al geoblocking, multa Ue da 40 milioni a Guess

Dopo un'indagine di un anno, l'Antritrust di Bruxelles ha accertato la violazione delle regole sulla concorrenza da parte della nota azienda di abbigliamento

Imponeva restrizioni alla pubblicità online e alla vendita trasfrontaliera in altri Stati membri attraverso il geoblocking in violazione delle regole europee sulla concorrenza. Con questa accusa, la Commissione europea ha inflitto una multa da quasi 40 milioni di euro a Guess, uno dei giganti dell'abbigliamento. 

Nel 2017, l'Antitrust Ue aveva aperto un'inchiesta sugli accordi di distribuzione e le pratiche imposte da Guess a commercianti e distributori, contestando gli obblighi sulla pubblicità online, i limiti territoriali di vendita e le imposizioni sui prezzi al dettaglio. Dall'inchiesta è emerso che, grazie a questi accordi, i prezzi al dettaglio dei prodotti Guess nei paesi dell'Europa centrale e orientale (Bulgaria, Croazia, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia e Slovenia) erano in media dal 5% a 10% più alti che in Europa occidentale.

"Con questi accordi di distribuzione, Guess ha tentato di impedire ai consumatori dell'Ue di fare i loro acquisti in altri Stati membri", ha spiegato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager. L'ammenda, pari a 39.821.000 euro, è stata ridotta del 50% dopo che Guess ha deciso di collaborare con la Commissione. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    “Fondo monetario europeo? No, grazie”, il M5s boccia la proposta tedesca

  • Lavoro

    Anche il Regno Unito vuole un reddito di cittadinanza

  • Attualità

    “Brexit, il favore di Salvini a Farage: stop al rinvio e uscita immediata dall’Ue”

  • Lavoro

    Prodotti falsi, nell'Ue un business da 121 miliardi. Italia è tra i Paesi più colpiti

I più letti della settimana

  • "Lasciate pignorare le case o niente soldi", l'Eurogruppo blocca i fondi per la Grecia

  • Cina, Prodi 'apre' al governo: "Italia intercetti la nuova via della seta". E sull'Ue: "Pane mezzo cotto"

  • Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

  • Test alcolico pre-guida e sistema anti-distrazione: ecco i nuovi salva-vita obbligatori per le auto

  • Pensioni "care" e scuole senza fondi: sul sociale l'Italia spende più della Germania

  • Brexit, Londra esclude il No Deal (per ora). Cosa succede adesso

Torna su
EuropaToday è in caricamento