Bruxelles avverte l'Italia: no all'uso di fondi Ue per il reddito di cittadinanza

La commissaria al Lavoro Thyssen: “Devo deludere il ministro Di Maio ma non è possibile”

ANSA/ CIRO FUSCO

Se l'Italia vuole mettere in atto il reddito di cittadinanza dovrà farlo senza i soldi dell'Unione europea. La commissaria europea per il lavoro, Marianne Thyssen, parlando ad Helsinki al congresso del Ppe, ha ribadito al governo di Lega e Movimento 5 Stelle che "non è possibile usare i fondi sociali Ue per pagare una parte del reddito di cittadinanza".

"Devo deludere il ministro Luigi Di Maio, che ho già incontrato e con il quale abbiamo discusso insieme, ma usare tali fondi non è possibile", ha affermato Thyssen che in passato era già intervenuta sull'argomento. Secondo la commissaria "il fondo sociale europeo può essere utilizzato se è collegato a misure che possano dare migliori possibilità al mercato del lavoro, ma non per supportare misure passive".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • Brexit, la profezia di Farage: Johnson fallirà e ci sarà un nuovo rinvio

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

Torna su
EuropaToday è in caricamento