“Chiara Ferragni” sarà marchio Ue: via libera dal Tribunale europeo

La richiesta di registrazione era stata rifiutata dall'Euipo, l'ufficio comunitario per la proprietà intellettuale, dopo il ricorso di un gruppo di imprenditori olandesi

“Chiara Ferragni” sarà marchio dell'Unione europea. Il Tribunale Ue ha infatti dato ragione al gruppo di imprenditori italiani che nel 2015 avevano chiesto la registrazione del logo (un occhio azzurro con lunghe ciglia nere sopra il nome della fashion blogger) per una serie di prodotti di abbigliamento. Richiesta respinta in un primo momento dall'Euipo, l'ufficio comunitario per la tutela della proprietà intellettuale. 

La decisione dell'Euipo era stata presa nel 2017 in seguito al ricorso di una società dei Paesi Bassi, che lamentava il rischio di confusione con un marchio da poco registrato nel Benelux, “Chiara”, anch'esso utilizzato per il settore della moda. 

Gli imprenditori italiani, pero', non si sono arresi e hanno fatto un contro ricorso al Tribunale Ue, andato a buon fine. I giudici del Lussemburgo, dove hanno sede Corte e Tribunale dell'Unione, hanno annullato la decisione dell’Euipo: “Nonostante l’identità o la somiglianza tra i prodotti di cui trattasi – si legge nella sentenza - le differenze tra i segni esaminati, in particolare sotto il profilo visivo, costituiscono motivi sufficienti per escludere la sussistenza di un rischio di confusione nella percezione del pubblico”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    L'Ue accelera sull'Eurodrone. E l'Italia è al fianco di Francia e Germania

  • Attualità

    Arriva l'auto che capisce se l'autista è ubriaco. E rallentata e accosta da sola

  • Attualità

    In Francia vertice 'europeo' sulla Cina senza l'Italia. Ma Conte lo sminuisce

  • Attualità

    Romania, fake news e propaganda filo-russa in Tv. “Basta pubblicità a chi fa disinformazione”

I più letti della settimana

  • In Francia vertice 'europeo' sulla Cina senza l'Italia. Ma Conte lo sminuisce

  • Migranti, i 5 stelle stufi delle assenze di Salvini: “Vada alle riunioni del Consiglio Ue”

  • “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Funzionaria italiana dell'Ue si suicida. M5s: “Troppe domande senza risposta”

  • Amsterdam vieta le visite guidate nel quartiere a luci rosse: “Irrispettose verso le prostitute”

  • Macron vede Conte e sbotta sulla Tav: "Non ho tempo da perdere"

Torna su
EuropaToday è in caricamento