Export, l'Italia cresce più di Germania e Francia

Gli ultimi dati Eurostat mostrano un surplus commerciale per il nostro paese di 42,2 miliardi. E' il secondo più alto tra gli Stati membri. E le esportazioni fuori dall'Ue superano quelle francesi

© European Union , 2012 / Source: EC - Audiovisual Service / Photo: Robin Utrecht

Certo, la Germania è lontana anni luce. Ma anche se di poco, nell'ultimo anno siamo riusciti Certo, la Germania è lontana anni luce. Ma anche se di poco, nell'ultimo anno siamo riusciti a ridurre il gap.  Già, perché lo scorso anno l'export dell'Italia è cresciuto dell'8%, un punto di più di quello fatto registrare dalle imprese tedesche. E in quanto a commercio fuori dall'Ue, abbiamo superato anche una ex potenza coloniale come la Francia. E' quanto emerge dagli ultimi dati Eurostat sul commercio internazionale.

Il surplus dell'Italia

Tra il gennaio e il novembre 2017, l'Italia ha fatto registrare un saldo positivo tra esportazioni e importazioni di beni pari a 42,2 miliardi, in leggera flessione rispetto allo stesso periodo del 2016. Una flessione dovuta al fatto che le importazioni sono cresciute più delle esportazioni. Ma la crescita dell'export non va sottovalutata: l'8% in più rispetto al 2016 rappresenta un dato migliore di quanto fatto da un campione della politica commerciale come la Germania (7%) e dalla Francia (5%).

A trainare la crescita dell'export soprattutto i rapporti con i paesi extra Ue (+9%), per un valore complessivo di 180,8 miliardi di euro di beni venduti fuori dai confini dell'Unione: un dato che ci colloca davanti la Francia e dietro solo la Germania. Certo, il volume dell'export tedesco è inarrivabile: da sole, le imprese teutoniche superano (e non di poco) i valumi complessivi di esportazioni di Italia e Francia, 1.181 miliardi contro i 411,3 delle imprese italiane e i 432,8 di quelle francesi. Il surplus commerciale tedesco, poi, è di 230,9 miliardi, mentre il secondo paese Ue per saldo positivo, ossia l'Italia, insegue con un distacco di quasi 190 miliardi.

Cresce l'export Ue

Allargando lo sguardo all'Eurozona, i paesi della moneta unica hanno fatto segnare nel complesso un avanzo di 26,3 miliardi di euro a novembre, contro i 23,8 miliardi registrati nello stesso mese del 2016. Le esportazioni di beni sono state pari a 197,5 miliardi, in aumento del 7,7% rispetto ai 183,5 miliardi di novembre 2016, mentre le importazioni dal resto del mondo hanno raggiunto i 171,2 miliardi di euro, salendo del 7,3%. Il commercio interno all'eurozona a novembre è salito a 165,5 miliardi, in aumento del 6,9%. Sempre secondo le stime di Eurostat, il surplus commerciale nell'Ue a 28 è stato di 8 miliardi, contro i 5,5 miliardi di novembre 2016.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • Brexit, Londra verso l'uscita senza accordo. Rabbia Ue: "Johnson fa finta di negoziare"

  • Brexit, la profezia di Farage: Johnson fallirà e ci sarà un nuovo rinvio

  • La Libia in guerra fa 1,6 miliardi di ricavi al mese con il petrolio

Torna su
EuropaToday è in caricamento