Ue, nasce l'esercito europeo. Ma l'Italia resta fuori

Intesa a 9 in Lussemburgo, tra cui Francia, Germania, Spagna e Regno Unito. Il governo Conte dice no. E Forza Italia presenta un'interpellanza

La ministra francese Florence Parly alla firma dell'intesa a 9 a Lussemburgo

Quella di oggi potrebbe essere la prima pietra di un futuro esercito europeo. Sono in 9 a farne parte allo stato attuale e tra questi cinque paesi di peso come Francia, Regno Unito, Germania, Spagna e Olanda. Ma l'Italia, che sotto il governo Gentiloni aveva pressato per avviare il progetto della difesa comune europea, per il momento resta fuori. 

L'esercito Ue

L'intesa a 9 è stata formalizzata oggi a Lussemburgo nel corso del Consiglio Ue dei ministri della Difesa ed è volta a creare una forza europea militare di intervento. Oltre ai cinque paesi già citati, ci sono Belgio, Danimarca, Estonia e Portogallo. Come spiega sul suo profilo Twitter il ministro della Difesa della Francia, Florence Parly, che ha promosso l'iniziativa (tecnicamente "iniziativa europea d'intervento"), con l'intesa di oggi si punta a far si' che "le forze armate dei nove paesi imparino a conoscersi e agire insieme". "Grazie agli scambi tra il personale e le esercitazioni congiunte - spiega inoltre Parly - creeremo una cultura strategica europea. Saremo pronti a prevenire le crisi e a rispondere rapidamente e utilmente" a quest'ultime.  

Trenta vuole vederci chiaro

L'Italia, come dicevamo, per il momento resta fuori. Nonostante il precedente governo abbia partecipato alle riunioni preliminari che hanno portato all'intesa di oggi, la nuova ministra Elisabetta Trenta vuole vederci chiaro prima. "Per il momento l'Eliseo non ci ha fornito molti elementi, né ci sono stati particolari scambi tra il ministro francese Florence Parly e il ministro Trenta, e quindi preferiamo aspettare per capire e valutare bene l'iniziativa, prima di aderirvi", hanno detto all'Ansa fonti del governo.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rabbia di Forza Italia

Una decisione che non ha mancato di sollevare polemiche, in particolare nel centrodestra: "Presenterò un'interpellanza urgente al Governo per chiedere chiarimenti sui motivi della mancata partecipazione del nostro Paese", ha annunciato Maria Tripodi, capogruppo di Forza Italia in Commissione Difesa alla Camera. "E' grave - sostiene ancora Tripodi - che un Paese come l'Italia, tra i fondatori della Ue e da sempre impegnato nelle missioni internazionali, sia spettatore e non protagonista di quello che potrebbe diventare il pilastro di una vera forza militare comune di difesa europea".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria alza un muro con l'Italia: "Non apriremo confini, non ha il controllo del coronavirus"

  • Basta dumping fiscale, Bruxelles contro Olanda, Irlanda e altri 4 Paesi Ue

  • La "Vespa cinese" troppo simile a quella Piaggio, Ue blocca lo scooter di Pechino

  • Olanda e Austria contro gli aiuti Ue all'Italia: "Concederemo solo prestiti"

  • "Isoliamo virus simili al Covid, ma pandemia non è colpa nostra": il laboratorio di Wuhan respinge le accuse

  • I Paesi Ue litigano sui turisti: no regole comuni, sì ai corridoi bilaterali

Torna su
EuropaToday è in caricamento