Banche, altro che servizi online: gli italiani preferiscono gli sportelli

Il nostro Paese in fondo alla classifica europea per utilizzo dell'Internet banking: solo 3 su 10 lo usano. In Francia e Germania si supera il 50%

Gli italiani non si fidano di internet quando si tratta di bonifici o altri pagamenti. E ai moderni (e più veloci) servizi online, continuano a preferire le code agli sportelli bancari. E' quanto emerge da uno studio dell'Abi su dati Eurostat. 

Secondo la ricerca, nel 2016 solo il 29% degli italiani ha fatto uso dei servizi di Internet banking. Un dato che ci colloca in fondo alla classifica europea, lontanissimi dai paesi del Nord Europa, dove si arriva al 90%. E lontani da Francia (59%) e Germania (53%). Peggio di noi fanno solo la Bulgaria (4%), la Grecia (19%), la Romania (5%) e Cipro (28%). 

Il tasso di crescita dell'utilizzo di app e home banking nella Ue a 27 è stato del 20% tra il 2008 e il 2016. Una crescita più rapida di quella italiana, che è stata del 16%. In Italia, nello stesso periodo, la percentuale è salita del 16%. 

La crescita dei canali digitali negli ultimi anni è stata trainata dalle app su smartphone: nel Regno Unito, ad esempio, l'attività dei clienti sulle app bancarie è cresciuta del 354% negli ultimi cinque anni e nel 2016 gli utenti in tutto il Paese erano 19,6 mln, con 159 login al secondo. Gli effetti di queste trasformazioni sul personale, secondo Gianfranco Torriero, il vice direttore generale di Abi che ha presentato il rapporto, sono sintetizzabili in tre punti chiave: "L'esigenza di nuova e nuove professionalità; la creazione delle condizioni per riqualificare il personale all'interno di un'azienda e lo sviluppo di una robotica applicata alle persone" e non completamente autonoma. 

Secondo l'indagine dell'Abi, solo il 17% degli intervistati si farebbe guidare in un investimento da un robot del tutto avulso dalla componente umana. Ad ogni modo, le operazioni digitali in ambito bancario sono ormai due su tre e l'esclusiva frequentazione di una filiale tradizionale riguarda ormai "solo un terzo dei clienti delle banche". La maggior parte di loro, invece, spiega sempre Torriero, "privilegia la multicanalità", ossia entrambe le possibilità, il download dell'app o la navigazione sul sito insieme al passaggio nella struttura fisica. 

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • “Alcoltest nei porti per bloccare camionisti e conducenti in stato d’ebbrezza”

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Portate la Tav anche al Sud", l'appello di Al Bano a Bruxelles

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Condannato per abuso di potere, promosso a ministro degli Interni

Torna su
EuropaToday è in caricamento