Viaggiare gratis in Europa, l'Ue mette in palio 20mila biglietti

L'iniziativa DiscoverEu è riservata ai 18enni e riguarderà viaggi tra aprile e ottobre 2020. Prevista la possibilità di partecipare a eventi ad hoc sul tema della sostenibilità e della lotta ai cambiamenti climatici

Nuova opportunità di vincere un biglietto gratuito per i diciottenni che vogliono partire alla scoperta dell'Europa e del suo patrimonio culturale. Da oggi fino al 28 novembre a mezzogiorno, i neodiciottenni che abbiamo raggiunto la maggiore età entro il 31 dicembre possono candidarsi per partecipare a 'DiscoverEU'.

20mila biglietti in palio

Sulla falsariga del programma Interrail, l'iniziativa europea offre un pass gratuito per viaggiare (preferibilmente in treno) da 1 a 30 giorni nella Ue fra il primo aprile e il 31 ottobre 2020. I biglietti staccati dalla Commissione europea saranno 20mila, che si aggiungono ai quasi 50mila regalati nell'ultimo anno durante i tre bandi precedenti. 

Gli interessati a DiscoverEU possono partecipare anche a una serie di riunioni ed eventi organizzati durante il viaggio e riceveranno un diario di viaggio per scrivervi le loro esperienze. Ogni anno le attività DiscoverEU sono organizzate attorno a un tema specifico connesso alle priorità dell'Unione europea. Il tema del 2019 è "Impariamo a conoscere l'Europa". Il tema del 2020 sarà "Europa verde sostenibile".

Chi può partecipare e come

Occorre avere 18 anni alla data del 31 dicembre 2019, essere cittadini dell'UE ed essere disposti a viaggiare tra il 1°aprile e il 31 ottobre 2020 per un periodo massimo di 30 giorni. Gli interessati possono presentare la propria candidatura attraverso il Portale europeo per i giovani fino al 28 novembre 2019. Un comitato di valutazione esaminerà le candidature e selezionerà i vincitori. I candidati saranno informati dei risultati della selezione, basata su un quiz sulla conoscenza generale dell'Unione europea, nel gennaio 2020.

I giovani prescelti potranno viaggiare da soli oppure in gruppi formati al massimo da cinque persone. Di norma, useranno il treno. Tuttavia potranno anche utilizzare, se necessario, altri mezzi di trasporto come l'autobus o il traghetto o, in casi eccezionali, l'aereo, così da rendere possibile una partecipazione da ogni angolo del continente. In tal modo potranno partecipare all'iniziativa anche i giovani che vivono in regioni remote o insulari.

Dopo la nuova tornata di candidature avviata oggi, la Commissione prevede di avviarne un'altra nel primo semestre del 2020.

Bilancio in crescita

La Commissione ha lanciato DiscoverEU nel giugno 2018 a seguito della proposta del Parlamento europeo di un'azione preparatoria con una dotazione iniziale di 12 milioni di euro; il bilancio per il 2019 ammonta a 16 milioni di euro e quello previsto per il 2020 è di 25 milioni di euro. DiscoverEU riunisce migliaia di giovani dando vita a una comunità diffusa in tutta Europa. I partecipanti, che non si erano mai incontrati prima, si sono messi in contatto attraverso i social media, si sono scambiati consigli o hanno condiviso informazioni locali, hanno formato gruppi per viaggiare da una città all'altra o si sono ospitati a vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia, la Lega chiede aiuto all'Ue

  • I Paesi Ue più 'pericolosi' per gli atei? Italia e Spagna

  • "In Italia i centri per migranti sono vuoti". E in 60mila 'fuggono' all'estero

  • Il dietrofront di Farage spinge i Tory che balzano a più 14 punti sui laburisti

  • Elezioni in Romania, sfida al secondo turno tra Iohannis e Dancila. Barna va forte solo all’estero

  • Triste primato per il sud Italia: tra i neo laureati i tassi d'occupazione più bassi dell'Ue

Torna su
EuropaToday è in caricamento