Dall'Ue 1,2 miliardi per il nuovo Corpo di solidarietà europeo

Il nuovo programma consentirà ad almeno 350 000 giovani europei di fornire sostegno alle comunità bisognose grazie ad attività di volontariato, tirocini e inserimenti lavorativi

Poco più di 1,2 miliardi in sette anni per finanziare il nuovo programma del Corpo europeo di solidarietà. E' la proposta presentata oggi dalla Commissione Ue nell'ambito del prossimo bilancio di lungo termine 2021-2027. 

Il nuovo programma consentirà ad almeno 350 000 giovani europei di fornire sostegno alle comunità bisognose tra il 2021 e il 2027 grazie ad attività di volontariato, tirocini e inserimenti lavorativi. "Con questa proposta la Commissione europea ha ribadito il proprio impegno a rafforzare la solidarietà e a dare maggiori opportunità ai giovani - dice Tibor Navracsics, commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport - Stiamo realizzando le condizioni necessarie affinché il corpo europeo di solidarietà diventi una grande comunità di persone e organizzazioni disposte a portare aiuto a coloro che ne hanno bisogno in tutto il nostro continente e altrove, contribuendo a costruire società resilienti e coese. Anche i giovani ne trarranno vantaggio sotto forma di nuove competenze, nuove amicizie e un forte senso di cosa significhi essere europeo".

Il nuovo programma crea un punto di accesso unico per i giovani disposti a impegnarsi in attività solidali. Esso comprenderà in particolare:

- attività di volontariato a sostegno delle operazioni di aiuto umanitario nei paesi terzi: inglobando nel corpo europeo di solidarietà le attività finora svolte da un solido dispositivo dell'UE per l'aiuto umanitario denominato Volontari dell'Unione per l'aiuto umanitario si apriranno opportunità di svolgere volontariato al di fuori dell'UE e si integreranno le opportunità esistenti nell'ambito del corpo europeo di solidarietà di svolgere volontariato a titolo individuale o in gruppo, seguire un tirocinio o accedere a un lavoro nel settore della solidarietà in Europa o oltre i suoi confini;

- misure mirate: queste comprenderanno finanziamenti aggiuntivi o attività dedicate di durata inferiore o da svolgersi senza trasferimenti all'estero, ad esempio, per agevolare la partecipazione dei giovani svantaggiati al corpo europeo di solidarietà.

Per saperne di più si può consultare il sito della Commissione Ue.

Potrebbe interessarti

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • "Il bollo auto è discriminatorio e illegale", la Corte Ue condanna la Germania

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

I più letti della settimana

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • Riscaldamento globale, l’Onu avverte: “Si va verso l’apartheid climatico”

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "Scoppia bomba alla Commissione Ue": la protesta degli ambientalisti a Bruxelles

  • Standing ovation per Draghi dai leader Ue. Conte: "Orgoglioso di lui"

Torna su
EuropaToday è in caricamento