Oms: 9 morti premature su 10 di giovani europei potrebbero essere evitate

Lo studio dell'Organizzazione mondiale della sanità. Le cause principali di decesso per gli uomini tra i 30 e i 59 anni di vita sono le malattie cardiovascolari, il cancro, il diabete e le malattie respiratorie

Gli uomini europei vivono più a lungo e più in salute, ma ancora troppi muoiono per cause che possono essere prevenute. E' quanto emerge dal primo studio dell'Organizzazione mondiale della sanità che si occupa della salute e del benessere maschile nei 53 Paesi della regione europea dell'Oms.

Secondo lo studio, circa l'86% di tutte le morti maschili può essere attribuito a malattie non trasmissibili e agli infortuni che colpiscono gli uomini in età più giovane. Le cause principali di decesso per gli uomini tra i 30 e i 59 anni di vita sono le malattie cardiovascolari, il cancro, il diabete e le malattie respiratorie. Nella parte orientale della regione, il 37% delle morti legate alle malattie non trasmissibili avviene prima dei 60 anni di età, rispetto al 13% della parte occidentale della regione.

Dai dati emerge anche che, in alcuni Paesi della parte orientale della regione, "il rischio per gli uomini di morire prematuramente a causa di patologie cardiovascolari è 7 volte maggiore rispetto alla parte occidentale. Inoltre, circa 3 quarti degli uomini che muoiono per incidenti stradali sono di età inferiore ai 25 anni". 

Secondo l'Oms, "le nuove evidenze indicano la necessità di trattare la salute maschile in maniera specifica e la identificano come argomento prioritario per i decisori politici europei". "La regione europea è un esempio di riduzione efficace della mortalità prematura dovuta a malattie non trasmissibili - ha commentato Zsuzsanna Jakab, direttore regionale Oms Europa - Eppure ancora troppi uomini non vengono raggiunti dai servizi sanitari e muoiono giovani per patologie di questo tipo oppure a causa di infortuni. Il nuovo rapporto ci permette di capire le loro necessità specifiche e come possiamo fornire interventi dedicati. Ciò garantirà anche che si raggiunga l'Obiettivo di sviluppo sostenibile sulla parità di genere".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Via i fondi regionali ai Paesi Ue che non rispettano le regole di bilancio

  • Attualità

    Il Labour apre (ma non troppo) a un secondo referendum sulla Brexit

  • Attualità

    Perché l'attacco di Di Battista alla Francia "piace" alla Germania

  • Attualità

    Asse Parigi-Berlino: cos'è il Trattato di Aquisgrana. Che la Lega contesta 

I più letti della settimana

  • La guerra del Big Mac: il “Davide” irlandese sconfigge McDonald's. "Grazie all'Ue"

  • "Per la Germania sono finiti i tempi migliori", l'allarme degli industriali tedeschi

  • Che cos’è il franco Cfa che i 5 Stelle attaccano. E che ha poco a che vedere con i migranti

  • Strasburgo apre al reddito di cittadinanza: "Possibile co-finanziamento Ue"

  • Colpo a Orban e Kaczynski, Strasburgo taglia i fondi Ue a chi non rispetta lo stato di diritto

  • Caos Brexit, l'allarme dell'industria farmaceutica: "Rischi per pazienti in Ue e nel Regno Unito"

Torna su
EuropaToday è in caricamento