European Youth Event, a Strasburgo oltre 8mila giovani per discutere il futuro dell’Europa

Il primo e il due giugno al Parlamento europeo incontri, dibattiti e workshop, tra gli ospiti anche l'ex presidente francese Giscard d'Estaing e l'ex ministro delle finanze greco Varoufakis

Tra euroscetticismo, crisi e Brexit, il futuro dell'Europa è sempre più incerto. E il futuro appartiene soprattutto ai giovani, e spetta principalmente a loro il compito di immaginarlo e di plasmarlo. Per questo a un anno dalle elezioni europee, il Parlamento di Strasburgo ha deciso di organizzare un dibattito proprio con i giovani del continente. Il primo e il due giugno si terrà nell'Aula comunitaria la terza edizione dell'European Youth Event (EYE2018) che raggiungerà il record di oltre 8mila partecipanti che saranno impegnati in 400 attività tra dibattiti, spettacoli e workshop. Le discussioni saranno incentrate su cinque tematiche: giovani e anziani, ricchi e poveri, da soli e insieme, sicuro e pericoloso, locale e globale.

Ad aprire la sessione i presidente dell'Assemblea, Antonio Tajani, e circa 50 eurodeputati parteciperanno con i ragazzi a seminari e dibattiti. Ci saranno poi altre note figure politiche europee come l'ex presidente francese Valéry Giscard d'Estaing, la commissaria europea agli Affari sociali Marianne Thyssen e l'ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis. Prevista anche la partecipazione di due vincitori del premio Sakharov, il congolese Denis Mukwege e l'irachena Lamiya Aji Bashar, che terranno discorsi programmatici.

L'EYE è un evento internazionale per giovani dai 16 ai 30 anni. La maggior parte delle attività sono progettate e preparate da una delle 130 organizzazioni giovanili partecipanti, tra cui lo YO! Fest, che si svolgerà nella piazza antistante il Parlamento. Le idee che emergeranno da queste due giornate saranno raccolte in una relazione che sarà presentata nell’autunno 2018 durante delle audizioni speciali sulla gioventù che si terranno nelle commissioni parlamentari.

Potrebbe interessarti

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • Bruxelles boccia 'quota 100' e promuove la Fornero: "Attuare le riforme precedenti"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

I più letti della settimana

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • L’Ue promuove il reddito di cittadinanza: “Contribuisce alla crescita del Pil”

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Carola Rackete al Parlamento Ue? Lega e Forza Italia attaccano: "Una vergogna"

Torna su
EuropaToday è in caricamento