Gli europei preferiscono lo spumante allo champagne

Secondo i dati Eurostat, il vino italiano batte quello francese con un export di 334 milioni di litri nel 2016

Con 334 milioni di litri di spumante nel 2016, l'Italia si piazza davanti alla Francia e al suo famoso champagne come principale esportatore di bollicine dell'Unione europea, secondo alcuni dati pubblicati oggi da Eurostat sul suo sito internet in occasione delle festività natalizie e di fine anno. 

L'Italia conta per il 45% del totale delle esportazioni degli Stati membri dell'Ue lo scorso anno, contro il 23% della Francia (172 milioni di litri) e il 23% della Spagna (168 milioni di litri). Molto più lontani sono la Germania (32 milioni di litri e 4%) e la Lettonia (8 milioni di litri e 1%). La principale destinazione delle bollicine europee sono gli Stati Uniti (114 milioni di litri, il 41% delle esportazioni totali extra-Ue), seguiti dal Giappone (26 milioni di litri e 9%), la Russia (25 milioni di litri). Nel 2016 gli Stati membri hanno importato 7,6 milioni di litri di vino spumante da paesi extra-Ue, di cui circa la metà da Australia (2,2 milioni) e Sud Africa (1,9 milioni).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Varoufakis diffonde gli audio segreti delle riunioni dell’Eurogruppo. Ue: “Siamo rammaricati”

  • La Nato ‘ordina’ a Bruxelles di comprare più F35

  • “Il Carnevale è antisemita, sia vietato”, Israele contro i carri di Aalst

  • Coronavirus una creazione americana? "Fake news partita dalla Russia"

  • Coronavirus, Ue contro Salvini: "Deplorevole uso crisi a fini politici"

  • Ok alla fabbrica di auto ecologiche Tesla, ma si disboscheranno 92 ettari di boschi

Torna su
EuropaToday è in caricamento