Biologico a tutta birra in Europa: è il settore agricolo che cresce di più. In Italia cifre da record

Eurostat disegna i contorni di un settore in forte crescita per terra coltivata, numero di addetti, produzione e cifra d'affari. L'Italia tra i primi posti nella Ue. Federbio: "si tenga conto di queste cifre nella riforma della Pac"

Agricoltura bio. EPA/EVERETT KENNEDY BROWN

Biologico a tutta birra in Europa. Con un'avanzata da 400mila ettari l'anno e con un incremento di superfici dedicate all'agricoltura bio del 18,7%, il settore più dinamico dell'agricoltura europea è quello biologico. I dati rilevati da Eurostat fotografano un bio in piena salute e che, dal 2012 al 2016, è in costante crescita con risultati da record relativi all'incremento delle superfici coltivate e al sempre più consistente numero di produttori che decidono di lasciare l'agricoltura tradizionale per abbracciare il protocollo biologico.

Nell'Ue, infatti, 11,9 milioni di ettari certificati bio o in via conversione (il 6,7% della superficie agricola totale utilizzata, la Sau), sono gestiti da 295.600 produttori biologici registrati che operano in un solido mercato comunitario dal valore di 27 miliardi di euro: il 125% in più rispetto a 10 anni fa.

Italia al top in Europa

E l'Italia? Il nostro Paese si posiziona ai primi posti della classifica europea per le maggiori estensioni coltivate, il maggior numero di produttori e per la quota più elevata di aree a biologico sul totale delle superfici coltivate. Secondo le elaborazioni effettuate dal Sinab (Sistema di informazione nazionale sull'agricoltura biologica), il comparto biologico italiano ha mostrato una crescita senza precedenti: dal 2015 al 2016 le superfici e gli operatori bio sono aumentati del 20% arrivando a coprire 1,8 milioni di ettari e circa il 14,5% della superficie agricola utilizzata, mentre si registrano oltre 70mila aziende bio, vale a dire il 4,4% del totale nazionale.

Una crescita che trova la sua giustificazione nei risultati di mercato: nel 2016 le vendite dei prodotti biologici hanno toccato quota 3 miliardi di euro, registrando dal 2015 un +14% sul mercato interno e un +15% sul mercato esterno, con un aumento dell'export per circa 2 miliardi di euro.

Federbio: "biologico unico settore che crea occupazione in agricoltura"

"A questi dati eclatanti della crescita delle superfici coltivate a biologico in Ue - commenta Paolo Carnemolla, presidente di FederBio - va aggiunto il fatto che il biologico è l'unico settore che sta contrastando la perdita di occupazione e di imprese nell'agricoltura europea, dunque è necessario che la discussione in corso sulla riforma della Politica agricola comune, la famosa PAC, tenga conto del ruolo strategico della conversione al biologico per l'agricoltura e i territori rurali di tutta Europa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • Brexit, la profezia di Farage: Johnson fallirà e ci sarà un nuovo rinvio

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

Torna su
EuropaToday è in caricamento