L'allarme dei 5 Stelle: le lobby dei pesticidi usano il Ceta per far entrare in Europa prodotti nocivi

Secondo l'eurodeputata Beghin starebbero facendo “pressioni indebite” nelle discussioni tecniche sull'applicazione dell'accordo di libero scambio

Parlamento europeo

Le lobby dei pesticidi canadesi stanno utilizzando l'accordo di libero scambio con il Canada per forzare l'Europa ad accettare prodotti che sarebbero invece vietati dalle normative comunitarie in quanto ritenuti nocivi. È la denuncia dell’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Tiziana Beghin.

“Le lobby dei pesticidi tornano alla carica. È iniziato ad Ottawa un incontro non pubblico fra tecnici della Commissione europea, governo canadese e rappresentanti del mondo dell’industria. Forte dell’accordo commerciale Ceta, il Canada chiede di modificare le limitazioni vigenti in Unione Europea sulla mancata autorizzazione di un pericoloso fungicida e sull’utilizzo del glifosato, vietato in diversi Stati membri”, afferma l'eurodeputata in una nota.

“Nessun parlamentare europeo eletto dai cittadini è presente a questo incontro”, sottolinea Beghin secondo cui in questo modo “manca un controllo democratico alle decisioni che verranno prese”. “Siamo molto preoccupati dall'esito di queste misteriose riunioni nelle quali si discute su come armonizzare, o eventualmente abbassare, gli standard che sono a tutela della nostra salute”, continua l'esponente dei 5 Stelle che conclude: “Come abbiamo sempre detto, il Ceta dimostra di essere un cavallo di Troia per scardinare il principio di precauzione. Noi non lo permetteremo”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Roberto ti ripeto: per prima cosa io mi fiderei molto di più del Canada che dei controlli italiani, dove abbiamo intere province, tipo Caserta, piene di discariche abusive di rifiuti tossici, e dove magicamente fanno solo prodotti DOP, IGP etc.!! Secondo, basta che sull'etichetta ci sia scritto PRODOTTO IN CANADA e sarà il consumatore a scegliere. Ripeto a costo di essere pedante: tra una bistecca canadese e una mozzarella fatta a CASERTA scelgo 10 mila volte la bistecca canadese!!

    • non credo sia la scelta migliore anche se potrei essere d'accordo sulle mozzarelle del casertano...

  • Taci Silvan , se non sai cosa dire........ Il Canada dice sì alla carne macinata irradiata!!! Non c’è da temere che i cibi sottoposti a irraggiamento diventino radioattivi. Ma i problemi sono comunque numerosi. •L’effetto delle radiazioni ionizzanti sulla materia vivente è solo parzialmente noto. Si sa che vengono prodotte sostanze pericolose, come ad esempio i radicali liberi dai grassi, che possono avere effetti dannosi sull’organismo. Gli esperti “pro” irraggiamento hanno sempre detto che si tratta di piccole quantità, ma i radicali liberi possono creare danni al nucleo delle cellule anche in minime dosi. Se la normale alimentazione ne è ricca, risulteranno maggiori le probabilità di un danno (leggi: malattie degenerative come i tumori). •Le radiazioni ionizzanti provocano la distruzione di percentuali importanti di vitamine, in particolare la E e la C. •A livello di produzione, esiste il problema dello smaltimento delle scorie radioattive. •Per molti alimenti non è possibile attuare una sterilizzazione spinta, perché provocherebbe diversi effetti collaterali. Per molti cibi sottoposti a irraggiamento, quindi, restano necessarie le precauzioni nella successiva conservazione. •È una tecnologia che può essere utilizzata a scopo fraudolento, perché permette di “bonificare” cibi non commestibili (come carni infette e granaglie infestate da parassiti). •L’irraggiamento è una tecnologia costosa e non indispensabile. Gli stessi risultati di conservabilità si possono ottenere con metodi tradizionali di conservazione e con maggiore attenzione alla cura dell’igiene nella produzione degli alimenti.

  • Roberto perché tu credi ciecamente a quello che dice sta soggetta che avrà la terza elementare come tutti i 5 stelle? Il Canada è un Paese dove ci sono molti più controlli e molta meno corruzione che da noi, quindi io mi fiderei molto di più del cibo canadese che di roba fatta a CASERTA, AFRAGOLA o altri posti di m€rda in Campania dove seppelliscono i rifiuti tossici nei campi e poi ti vendono la.mozzarella alla DIOSSINA!! E poi urlano come pazzi contro il cibo canadese? Ma andate a cagher terun!!!

  • E pensare che per PD e soci era una buona cosa.....lega e 5stelle non sono sparacavolate come altri partiti

  • ma va? chi l'avrebbe mai sospettato...

Notizie di oggi

  • Attualità

    Le europee, in moto una macchina democratica che coinvolge 427 milioni di cittadini

  • Attualità

    Nuove regole europee sui droni: non servirà l'autorizzazione per i più leggeri

  • Attualità

    Portogallo e Grecia, la sinistra anti-austerity alla prova del voto

  • Attualità

    Il romanista che ha “purgato” i sovranisti in Olanda. E che propone il salario minimo Ue 

I più letti della settimana

  • Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Europee, un pezzo d'Italia al voto per la Romania. E Salvini corteggia i socialisti di Bucarest

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Migranti, cosa dice la lettera dell'Onu che accusa l'Italia di violazione dei diritti umani

  • Affare saltato sul debito della Grecia, investitori tedeschi perdono causa con la Bce

  • Tir, approvati i nuovi standard per le cabine degli autotrasportatori

Torna su
EuropaToday è in caricamento