Salvini vuole i dazi per difendere il Made in Italy? "Così mette a repentaglio le nostre eccellenze", ribatte De Castro

L'eurodeputato del PD contro la proposta del leader del Carroccio di seguire il cammino protezionistico di Trump. "Con i dazi immediate ritorsioni alle nostre esportazioni", in particolare nel settore agroalimentare, avverte De Castro

Paolo De Castro. © European Parliament

Paolo De Castro contro Matteo Salvini un po' come a Davos ha fatto Angela Merkel contro Donald Trump. Il tema, infatti, è sempre lo stesso, quello caldissimo dei dazi. Il leader del Carroccio ha affermato oggi a Mattino Cinque di stare "con Trump". "Lui difende l'industria americana", ha aggiunto Salvini, "vuole salvare i posti di lavoro e tutti lo attaccano. Io invece voglio fare in Italia la stessa cosa, si possono mettere i dazi".

De Castro: "Che ne sarebbe delle nostre eccellenze agroalimentari?"

De Castro invece sta con la Merkel, ma con argomenti diversi rispetto a quelli della cancelliera. “Leggo con stupore le dichiarazioni di fuoco del 'collega' Matteo Salvini - scrive in una nota l'eurodeputato PD - che vuole mettere dazi per difendere il Made in Italy. Considerando - come sa bene Salvini - che nessun Stato membro dell’Ue può unilateralmente introdurre dazi, cosa ne sarebbe delle nostre eccellenze agroalimentari?”

"Con il protezionismo immediate ritorsioni alle nostre esportazioni"

“A finire sotto attacco - prosegue De Castro - sarebbero vini, prosciutti, formaggi e altri prodotti che esportiamo per oltre 40 miliardi di euro, con una crescita del 7% solo nel 2017”. “Una politica protezionista - spiega il primo vice presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Ue - provocherebbe immediate ritorsioni sulle nostre esportazioni. Oppure l’amico Salvini pensa che i Paesi colpiti dai dazi 'italiani' reagirebbero con un 'grazie'?”. “Sarebbe forse meglio - conclude De Castro - che tutti lavorassero come noi per raggiungere al più presto l'obiettivo dei 50 miliardi di euro di esportazioni del Made in Italy”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • Brexit, la profezia di Farage: Johnson fallirà e ci sarà un nuovo rinvio

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

Torna su
EuropaToday è in caricamento