Roma non fa la fine di Milano: nella Capitale la sede dell'Assemblea Euromediterranea

La città capitolina accoglierà il segretariato permanente dell'organismo che riunisce i deputati dei Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum. Evitata la beffa come successo per Milano con l'Ema

Roma è stata scelta come sede permanente del segretariato dell'assemblea Euromediterranea, l'organismo che raccoglie le delegazioni dei parlamentari dei Paesi che si affacciano sul bacini del Mediterraneo. "Voglio ringraziare il vicepresidente del Parlamento europeo, David Sassoli, per il lavoro che ha portato alla scelta di Roma come sede permanente del Segretariato dell'Assemblea Euromediterranea", ha scritto in una nota il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

"Questa scelta integra tutti i criteri di qualità ed efficacia richiesti dall'Assemblea stessa. Adesso occorre lavorare per rilanciare l'Assemblea che può giocare un ruolo chiave nella stabilità del Mediterraneo, a cominciare dalla Libia, dove va sostenuto il processo verso le elezioni e il rafforzamento dello Stato".

Dal canto suo Sassoli ha osservato che "la scelta di istituire il Segretariato permanente Euromed a Roma è un successo della presidenza del Parlamento europeo e una grande occasione di rilancio della politica per il Mediterraneo. Abbiamo bisogno di rafforzare il dialogo fra i Paesi delle sponde nord e sud del Mediterraneo per affrontare le grandi sfide che abbiamo davanti: immigrazione, sicurezza, crescita economica. Ringrazio tutti i paesi che si erano candidati per accogliere la sede del Segretariato - ha aggiunto Sassoli - e salutiamo la scelta di Roma con la certezza che saprà cogliere questa occasione". 

Soddisfatta anche l'eurodeputata del Movimento 5 stelle Tiziana Beghin: “Abbiamo lavorato a lungo per questo risultato, e la scelta di Roma è motivo di grande soddisfazione e orgoglio. E’ stato un lavoro di squadra e a tutti i livelli, Roma era la candidatura più forte e che rispecchiava tutti i requisiti. Il Parlamento europeo con Roma ha fatto la scelta giusta e vincente".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Via i fondi regionali ai Paesi Ue che non rispettano le regole di bilancio

  • Attualità

    Il Labour apre (ma non troppo) a un secondo referendum sulla Brexit

  • Attualità

    Perché l'attacco di Di Battista alla Francia "piace" alla Germania

  • Attualità

    Asse Parigi-Berlino: cos'è il Trattato di Aquisgrana. Che la Lega contesta 

I più letti della settimana

  • La guerra del Big Mac: il “Davide” irlandese sconfigge McDonald's. "Grazie all'Ue"

  • "Per la Germania sono finiti i tempi migliori", l'allarme degli industriali tedeschi

  • Che cos’è il franco Cfa che i 5 Stelle attaccano. E che ha poco a che vedere con i migranti

  • Strasburgo apre al reddito di cittadinanza: "Possibile co-finanziamento Ue"

  • Colpo a Orban e Kaczynski, Strasburgo taglia i fondi Ue a chi non rispetta lo stato di diritto

  • Caos Brexit, l'allarme dell'industria farmaceutica: "Rischi per pazienti in Ue e nel Regno Unito"

Torna su
EuropaToday è in caricamento