Come sfruttare meglio i fondi Ue? L'ENEA lancia un canale diretto di supporto nel settore dell'energia e l'ambiente

Servizi gratuiti di sostegno alla Pubblica Amministrazione nella gestione, la formazione, la realizzazione e la valutazione dei progetti finanziabili con fondi europei e nazionali nelle rinnovabili, la sicurezza sismica, le smart city, l'efficienza energetica e l'economia circolare

ANSA/ TONY VECE

Semplificare l'accesso ai fondi europei nell'ambito dell'energia e l'ambiente. Con questo obiettivo l’ENEA ha lanciato un servizio a supporto delle amministrazioni regionali e locali interessate all’utilizzo ottimale delle risorse europee e nazionali in questi due settori.

Canale diretto cone le Amministrazioni Pubbliche

L’iniziativa prevede un vero e proprio canale diretto con la Pubblica Amministrazione, PA, attraverso strumenti operativi a cominciare da un help desk, attivo dal lunedì al venerdì (9.00-13.00), che le amministrazioni interessate possono già contattare, sia al telefono, 06 36 27 28 45, che per email, es-pa.project@enea.it, per quesiti di carattere normativo e indicazioni tecniche in materia di sostenibilità, efficienza e programmazione energetica. È disponibile anche il portale espa.enea.it, con informazioni e approfondimenti e una sezione riservata alle comunicazioni e agli scambi di esperienze tra le regioni sulle attività e i risultati ottenuti nell’ambito del progetto.

Il servizio è gratuito ed è realizzato nell’ambito del progetto “Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione” (ES-PA) dell’ENEA, finanziato dal Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale   e gestito dall’Agenzia per la Coesione Territoriale con un budget di 9,6 milioni di euro per i prossimi cinque anni. L’iniziativa punta a rafforzare le competenze tecniche di Regioni ed Enti Locali nei settori energetico-ambientali.

"La PA non riesce a sfruttare tutti i fondi Ue"

“Molto spesso le amministrazioni locali non riescono a sfruttare tutti i fondi europei e nazionali disponibili e riscontrano difficoltà a pianificare politiche energetiche e di sostenibilità ambientale, che vanno dal risparmio energetico al piano di gestione dei rifiuti, fino alla messa in sicurezza antisismica - spiega Susanna Del Bufalo, coordinatrice del progetto e responsabile del Servizio Regioni ed Enti Locali dell’ENEA - con questo progetto l’ENEA affianca regioni e comuni, senza alcun costo per questi, per rafforzare le loro competenze tecniche e normative, mettendo a disposizione personale tecnico e oltre 50 tra prodotti e servizi operativi”.

Servizi tecnici ed operativi su più fronti

L’offerta comprende un’ampia gamma di servizi (affiancamento tecnico, realizzazione di interventi, azioni pilota e formazione) e di prodotti (software, rapporti tecnici, e linee guida) in settori chiave come: programmazione energetica regionale; sicurezza sismica; certificazione ambientale degli edifici pubblici; smart city e illuminazione intelligente; impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili; efficienza energetica e fonti rinnovabili per le PMI; economia circolare e simbiosi industriale; smart grid elettriche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Italia perde potere al Parlamento Ue. Ed è 'colpa' della Lega

  • In un mese 50 aerei lasciati a terra perché a rischio. C'è anche Ryanair

  • Netflix e Amazon Prime stanno uccidendo il cinema

  • Banche in crisi, la Germania apre a un fondo Ue di salvataggio

  • La “locomotiva” rumena al voto, tra leader in carcere e proteste anti-sistema

  • Migranti, l'Ue dà l'ok alle 10mila guardie di frontiera che l'Italia non voleva

Torna su
EuropaToday è in caricamento