Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Nave Diciotti, perché le istituzioni Ue non c'entrano nulla

Dal premier Conte ai ministri Salvini e Di Maio, Bruxelles è stata accusata di non aver rispettato i patti e di immobilismo dinanzi alla questione della redistribuzione dei migranti. Ma il destinatario è sbagliato
Torna a Nave Diciotti, perché le istituzioni Ue non c'entrano nulla

Commenti (8)

  • Il comportamento delle sinistre E DI COLORO CHE LE APPOGGIANO, oltre ad essere puerile è soprattutto SUICIDA. Alle prossime elezioni SALVINI o chi per lui, prenderà una valanga di voti. In merito all’annoso argomento immigrazione clandestina, LA STRAGRANDE MAGGIORANZA degli italiani hanno espresso il loro parere. Non si puó ignorarlo, altrimenti si rischia di “dopare” il risultato elettorale, con gravissimi rischi per la nostra Democrazia. Quindi se l’italia è una Repubblica democratica rappresentativa della volontà popolare, FATEVENE UNA RAGIONE: riponete in soffitta la vostra ideologia catto-comunista del caxxo e date soddisfazione, con qualsiasi mezzo consentito, ALLA VOLONTÀ DEL POPOLO SOVRANO!!!!!!!!!

  • mi associo ai precedenti commenti ma allora la UE a cosa c... serve?

  • Concordo pienamente con i contenuti dell'articolo; avrei qualche riserva però sulla forma, e soprattutto sul fatto che sia "monco", senza le doverose conclusioni. Sintetizzando, la UE si è accordata per non accordarsi,; cioè l'accordo raggiunto sancisce che non c'è nessun accordo, e quindi tutto deve essere fatto su base volontaria. In altri termini, i migranti li accoglie solo chi vuole accoglierli. E' evidenti che gli altri Paesi europei non vogliono i migranti; ma è ancora più evidente che neanche l'Italia li vuole. Quindi, le soluzioni possono essere due soltanto: o i migranti restano sulla nave oppure vengono riportati in Libia; non esistono altre soluzioni. Questo dimostra inequivocabilmente l'assoluta correttezza della posizione del governo italiano. Tuttavia, l'Europa che asserisce di non essere parte in causa, cerca di forzare la mano con una sorta di ricatto morale ("non è giusto lasciare i migranti in queste condizioni"), cercando di "forzare" l'esplicita volontà dell'Italia. Anche qui, l'unica possibilità, che ha il governo italiano, di non trovarsi succube della volontà degli altri Paesi europei è quella di comportarsi nello stesso, identico modo ("se voi ritenete che non sia giusto lasciare i migranti in queste condizioni, e noi non li prendiamo su base volontaria, è giusto che li prendiate voi"); quindi, è altrettanto corretta la conduzione della vicenda da parte del governo italiano. Quindi, concludendo, non solo posizione e gestione della faccenda da parte del governo italiano sono corrette, ma sono anche le uniche possibili. Grazie, Redazione, per aver finalmente fatto chiarezza.

  • insomma, la UE non serve a un ca zzo. e noi paghiamo per un gruppo di ubriaconi corrotti che fanno solo danni

  • Assisto, di fronte a questa vicenda, all'incaz-zatura montante dei sisistrorsi e dei catto-comunisti che stanno vedendo sfumare sempre più il business dei 35 euro/clandestino/giorno . E poi m i chiedo: questi clandestini non hanno chiesto loro veementemente di salire a bordo della nave italiana? Nessuno li ha presi a bordo con la forza. Quindi, potevano continuare a stare dove stavano. Di certo il 99, 8 degli italiani non se fregava nulla.

  • La cosa strana è che il 90 per cento di tutti sti immigrati sono ragazzotti sulla ventina ma....mi chiedo io bambini donne anziani. ...mi spiace ma capisco che se vai in un paese principalmente per delinquere la fascia d’età più redditizia sicuramente è questa....spero di sbagliarmi maaaa non credo

  • Allora le istituzioni UE che pretendono da noi ? Dobbiamo sempre avere il cerino in mano noi ? Se gli altri se ne fregano ,perche' dobbiamo convincerli noi anziche' giustamente sbattercene e rispedendo gli extra al mittente...

  • La redazione riporta in modo errato.. alla riforma del regolamento di Dublino del 2017 la Lega si é astenuta e il M5s ha votato contro.. accusando i primi di tradimento.

Torna su
EuropaToday è in caricamento