Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Gay, Ungheria e Polonia spaccano l'Ue: “No al riconoscimento dei diritti LGBTIQ” 

Polemiche su un testo del Consiglio europeo volto a promuovere l'uguaglianza di genere e a contrastare la violenza e il bullismo online. Per il governo Orban e quello di Varsavia non ci devono essere riferimenti a queste persone tra le categorie da proteggere
Torna a Gay, Ungheria e Polonia spaccano l'Ue: “No al riconoscimento dei diritti LGBTIQ” 

Commenti (1)

  • ma ungheria e polonia contano come il 2 di bastoni a briscola...

Torna su
EuropaToday è in caricamento