Europa Anno Zero - Il podcast

Europa Anno Zero - Il podcast

Generazione Ryanair: perché la mancanza d’identità europea non è la causa della crescita dei sovranisti

A sentire i più europeisti tra gli europeisti, i cittadini si sarebbero rivolti ai partiti euroscettici perché ingannati dalla loro retorica e incapaci di comprendere i valori dell’Ue e i suoi vantaggi. Ma è davvero così? O Bruxelles se ne sta andando in giro nuda un po' come il re della celebre favola di Andersen?

Quanto ci sentiamo europei? O forse, sarebbe meglio chiedersi, in che cosa? Intorno alla bandiera blu dalle 12 stelle c’è spesso un po’ di retorica. Che va anche bene, per carità. Ma quando poi ci interroghiamo su cosa davvero ci importa dell’Europa,  e su cosa fa parte di noi tanto che non potremmo più cancellarlo, le risposte non sono univoche. 

Così, più che la pace, il mercato unico o l’Erasmus, ci accorgiamo che a renderci o a non renderci cittadini di questa entità soprannazionale chiamata Ue sono processi più piccoli, sotterranei. Perfino non strettamente politici. 

Ad esempio la satira, che in fondo è in modo di creare un senso comune nella società, nella forma di memi che corrono sui social media. E che per loro statuto non hanno frontiere. O comunque ne hanno meno che gli altri strumenti di comunicazione di massa. 

In questa prima puntata del podcast Europa Anno Zero - un progetto completamente autoprodotto e distribuito attraverso tutte le principali piatteforme di contenuti audio sul web - sentirete Matteo Salvini che spiega il concetto di “sovranismo” ad una classe di bambini delle elementari, il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani intervistato dalla sempre iena Enrico Lucci

La professoressa Laura Cram  (Università di Edimburgo) ci spiega quanto è fuorviante parlare di identità in termini rigidi, mentre l’ex deputato laburista Roger Casale, fondatore di New Europeans risponde idealmente proprio a Tajani e a chi, come lui, afferma che pace e mercato unico sono i valori principali per cui ci conviene l’Ue. 

E poi ci sono anche due ospiti speciali: Nicolò Carboni - ideatore della pagina Eurocrati - e Raffaele Boninfante - che ha creato i Socialisti Gaudenti. Perché i memi, sono a modo loro, una risposta proprio a quella mancanza di senso comune europeo di cui tanto spesso ci si lamenta. 

Ah a proposito: se dopo aver letto il titolo di questo post vi state chiedendo cosa c’entra Ryanair con questa puntata e con il tema dell’identità europea, troverete la risposta nel corso della puntata. 

Buon ascolto! 

Ascolta "Europa Anno Zero" su Spreaker.

Europa Anno Zero - Il podcast

L’avventura delle elezioni UE 2019 e il futuro dell’Europa raccontato attraverso i suoi protagonisti. Appuntamento ogni due settimane a partire da marzo con i giornalisti Andrea Valdambrini e Fiorella Lavorgna

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • L'UE non è una federazione di Stati (autonomi?) ma una Lobby di affari che sfrutta i Soci più deboli politicamente come Italia, Grecia ecc. a favore di Benelux, Francia, Germania ...

Torna su
EuropaToday è in caricamento