Zingaretti a Bruxelles: “Bisogna rifondare l’Europa e ridarle una missione”

Il candidato alla segreteria del Pd: “Chi dice che la vuole picconare e distruggere illude i cittadini europei”

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

L'Unione europea è un progetto che va difeso ma che ha però bisogno di essere “rifondato” di avere una nuova “missione” che la avvicini ai cittadini. Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria del Pd, ha spiegato la sua visione dell'Ue discutendo con la stampa durante una visita al Parlamento europeo. Una sede quest’ultima, che il governatore del Lazio conosce bene, essendo stato europarlamentare dal 2004 al 2008, gli anni cruciali per il passaggio dalle liste unitarie dell’Ulivo al Partito democratico.

La formazione che Zingaretti si candida a guidare è stata duramente sconfitta alle elezioni politiche del 4 marzo 2018, ma detiene ancora oggi il primato tra le delegazioni italiane all’Europarlamento grazie a quel 40,8% dei consensi raggiunto alle europee del 2014 quando a guidare i democratici c'era Matteo Renzi. “Punto al 40,9%”, risponde con ironia Zingaretti ai cronisti che gli chiedono quale sia la percentuale minima che dovrebbe raggiungere il Pd alle elezioni europee di fine maggio. Il presidente del Lazio si scaglia soprattutto contro la retorica anti-Ue, che “tiene in piedi l’attuale maggioranza di Governo in Italia per cui i problemi del nostro Paese sono legati all'esistenza dell'Europa”, mentre “per me è l’opposto”.

“Senza una dimensione politica dei Paesi europei”, sostiene , “nessun Paese membro avrebbe un futuro: è una battaglia che va condotta fino in fondo e che condurremo anche alle elezioni”. “Non è vero”, precisa il governatore del Lazio “che lo schema sia tra chi vuole rinnovare l'Ue e chi vuole la conservare”. Il candidato alla segreteria ritiene invece che lo scontro sia “tra chi la vuole picconare e distruggere, illudendo i cittadini europei, e chi, come noi, la vuole rifondare”. “A questa Europa va ridata una missione”, conclude il presidente. A chi gli chiede conto delle strategie del Pd in vista dei futuri equilibri europei del dopo elezioni, Zingaretti risponde di avere in mente un’Europa che guardi al lavoro come valore fondamentale per ricostruire la fiducia dei cittadini nelle istituzioni Ue. Il candidato alla segreteria dem ha infine raccontato di avere in programma un incontro con il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans, candidato dei socialisti e democratici europei alla guida dell'esecutivo comunitario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Meloni contro l'Ue: “Blocca seggiolini auto anti-abbandono”. Ma è davvero così?

  • Cinque posti dove sei pagato solo per viverci. E c'è anche l'Italia

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Migranti, il governo tedesco si spacca sulla 'solidarietà' all'Italia

  • Regno Unito nuova Singapore, paura Ue: con la Brexit Londra mega paradiso fiscale

Torna su
EuropaToday è in caricamento