Elezioni, Meloni e Salvini si contendono gli spagnoli di Vox

Il giovane partito di destra ha ottenuto un buon 10% in Patria e potrebbe portare una discreta pattuglia di deputati al Parlamento europeo. Che sia la Lega, sia Fratelli d'Italia vorrebbero avere al fianco

Santiago Abascal, leader di Vox

Non ha "sfondato" come qualche analista faceva presagire alla vigilia del voto, ma a ogni modo Vox, il giovane partito di destra, con il suo 10,3% di preferenze puo' ritenersi tra i vincitori delle elezioni in Spagna. E puo' puntare a portare una discreta pattuglia di deputati al Parlamento Ue in occasione del voto europeo di fine maggio. Una pattuglia che adesso Giorgia Meloni e Matteo Salvini si contendono, ciascuno con l'obiettivo di portare altra acqua al proprio mulino (ossia ai rispetti gruppi parlamentari di riferimento, i conservatori dell'Ecr e i sovranisti dell'Enf. 

 "Sono entusiasta per il risultato di Vox, ora li aspettiamo nella famiglia europea dei conservatori: insieme potremo ribaltare la maggioranza che ha governato l'Ue fino a oggi", ha detto Meloni in un'intervista alla stampa. Secondo la leader di Fratelli d'Italia, con Vox ci sono affinità elettive: "Siamo nati tutti e due nel 2013, loro da una costola dei Popolari e noi del Pdl, speriamo di arrivare presto anche noi alla doppia cifra...". Con Vox, aggiunge, ci sono "un'infinità di punti di contatto, abbiamo rapporti da tempo, li ho ospitati a Roma, lavoriamo a strategie comuni per un asse sovranista del Mediterraneo che prima non c'era. I temi sono quelli della destra politica: unità e identità della nazione, famiglia naturale, stop all'immigrazione, radici cristiane, no all'islamizzazione, Europa come confederazione di Stati".

La pensa diversamente la Lega: secondo la capogruppo del Carroccio al Parlamento europeo, Mara Bizzotto, l'accordo tra l'Enf di Salvini e Le Pen e il partito Vox è già stata stretta. "Abbiamo incontrato gli amici di Vox qualche mese fa, dopo che avevano vinto in Andalusia - racconta Bizzotto - E' stata una sorpresa, sono persone normali, sono gentiluomini. Poi anche della Lega dicono che ce l'hanno con le donne, insomma, eppure - aggiunge con una battuta - mi fanno uscire di casa, mi fanno anche venire in tv, sono capogruppo della Lega al Parlamento europeo. Quindi la Lega, come Vox, è molto altro per fortuna". 

La possibile alleanza tra Lega e Vox lascia comunque qualche perplessità all'interno dello stesso Carroccio, in particolare per le posizioni anti-autonomiste degli spagnoli, i maggiori oppositori dell'indipendenza catalana. "Come facciamo a rinnegare la nostra visione a favore dell'Europa dei popoli e delle regioni?", si domanda l'eurodeputato leghista Mario Borghezio. "Come potrebbe la Lega, con la sua storia, dimenticare che questa Ue lascia libero un suo Stato membro di tenere in carcere i consiglieri regionali della Catalogna?". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Meloni contro l'Ue: “Blocca seggiolini auto anti-abbandono”. Ma è davvero così?

  • Cinque posti dove sei pagato solo per viverci. E c'è anche l'Italia

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Migranti, il governo tedesco si spacca sulla 'solidarietà' all'Italia

  • Regno Unito nuova Singapore, paura Ue: con la Brexit Londra mega paradiso fiscale

Torna su
EuropaToday è in caricamento