Sovranista e animalista: vicepremier dona congedo di paternità a un'associazione di pet therapy

Strache, leader dell'Fpo, partito austricao alleato di Salvini, ha deciso di versare 19mila euro a un'organizzazione che assiste i minori con disabilità fisiche e mentali con l'aiuto degli animali

Il vicepremier austriaco Heinz-Christian Strache

Il vicepremier austriaco Heinz-Christian Strache, esponente del partito di estrema destra FPÖ (Partito della libertà), ha deciso di donare la somma che riceverà come congedo di paternità per la nascita del figlio all’associazione Schottenhof di Vienna, specializzata nella cosiddetta pet therapy. 

Si tratta dell’utilizzo di animali nella riabilitazione fisica o mentale di un paziente. Nello specifico, l’associazione Schottenhof usa cavalli, asini, capre e gatti per curare i bambini con disabilità e difficoltà a relazionarsi con le altre persone. 

Il politico del partito che in Europa siede nello stesso gruppo parlamentare di Marine Le Pen e Matteo Salvini, ha fatto sapere che prenderà un mese di pausa dall’attività istituzionale per stare vicino alla moglie Philippa e al figlio, nato lo scorso 1 gennaio. 

Anche la moglie di Strache milita nel FPÖ come responsabile per il benessere degli animali. La scelta del marito di destinare la somma che riceverà come congedo parentale all’associazione Schottenhof sembra quindi tutt’altro che casuale. 

Secondo quanto rivelato dai media austriaci la somma donata si aggira intorno ai 19mila euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • davvero un buon esempio di sensibilità e intelligenza.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Via i fondi regionali ai Paesi Ue che non rispettano le regole di bilancio

  • Attualità

    Il Labour apre (ma non troppo) a un secondo referendum sulla Brexit

  • Attualità

    Perché l'attacco di Di Battista alla Francia "piace" alla Germania

  • Attualità

    Asse Parigi-Berlino: cos'è il Trattato di Aquisgrana. Che la Lega contesta 

I più letti della settimana

  • La guerra del Big Mac: il “Davide” irlandese sconfigge McDonald's. "Grazie all'Ue"

  • "Per la Germania sono finiti i tempi migliori", l'allarme degli industriali tedeschi

  • Che cos’è il franco Cfa che i 5 Stelle attaccano. E che ha poco a che vedere con i migranti

  • Strasburgo apre al reddito di cittadinanza: "Possibile co-finanziamento Ue"

  • Colpo a Orban e Kaczynski, Strasburgo taglia i fondi Ue a chi non rispetta lo stato di diritto

  • Caos Brexit, l'allarme dell'industria farmaceutica: "Rischi per pazienti in Ue e nel Regno Unito"

Torna su
EuropaToday è in caricamento