Intitolato ad Antonio Megalizzi e a Bartek lo studio radiofonico del Parlamento Ue

Il ricordo dei due ragazzi morti nell'attentato di Strasburgo di un mese fa. Iniziativa Pd-M5s per una borsa di studio europea per giovani giornalisti

E' iniziata con il ricordo di Antonio Megalizzi e Bartek Orent-Niedzielski la prima seduta plenaria del Parlamento europeo del 2019. Ai due giovani reporter rimasti vittima dell’attacco terroristico ai mercatini di Natale di Strasburgo lo scorso 11 dicembre sarà dedicato lo studio radiofonico della sede francese del Parlamento europeo, come annunciato in aula e su Twitter dal presidente Antonio Tajani. 

Al consenso bipartisan su questa proposta si è aggiunta una nuova richiesta da parte degli europarlamentari. Silvia Costa del Pd e Fabio Massimo Castaldo del M5s chiedono infatti di istituire una borsa di studio per giovani giornalisti intitolata ai due reporter assassinati mentre si trovavano a Strasburgo per la plenaria del Parlamento europeo. 

“Con questa iniziativa vorremmo consentire ai valori e alla passione di questi ragazzi di continuare a camminare sulle gambe di altri giovani giornalisti europei”, ha dichiarato Castaldo in plenaria. 

Quasi in contemporanea con l’apertura della plenaria di Strasburgo, la città di Trento ha ricordato Antonio Megalizzi con una fiaccolata guidata da uno striscione con le immagini dei due giornalisti e la scritta “Uniti per” con lo sfondo della bandiera europea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Basta spagnolo, parlo italiano”: la protesta del deputato catalano a Strasburgo

  • Macron apre ad Albania e Macedonia nell'Ue: "Se rapporto Commissione è positivo..."

  • Brexit, 95enne italiano vive a Londra da 68 anni, ma deve provare la residenza per restare

  • “La fabbrica di auto elettriche fa male all'ambiente”, giudice blocca Tesla in Germania

  • Video hot in rete, candidato di Macron a sindaco di Parigi si ritira dalla corsa

  • Altra grana per Google: “Favorisce il suo servizio di vacanze”

Torna su
EuropaToday è in caricamento