Nella Scozia di Trainspotting record di morti per overdose

Oltre mille decessi legati alla droga nel 2018 per una popolazione che conta 5,4 milioni di abitanti. Nello stesso periodo “solo” 254 vittime delle sostanze stupefacenti in tutta Italia

La Scozia, in cui era ambientato il film Trainspotting, ha il tasso di mortalità per overdose più alto dell'Unione europea. È quanto emerge dalle statistiche ufficiali scozzesi, che rendono noti i numeri della crisi: 1.187 decessi legati alla droga nello scorso anno per una regione che conta 5,4 milioni di abitanti. Per rendersi conto della gravità della situazione basta guardare i numeri riferiti all’Italia, che conta oltre dieci volte gli abitanti della Scozia. In portale Geoverdose.it indica che in tutto il Belpaese nel 2018 sono morte 254 persone per colpa delle sostanze stupefacenti. 

La crisi dell'eroina 

In Scozia il tasso di mortalità per overdose è più che raddoppiato in quattro anni, tanto che la regione rivaleggia con gli Stati Uniti, dove la crisi degli oppioidi, che ha già provocato decine di migliaia di vittime, è stata dichiarata da Donald Trump emergenza di sanità pubblica. La crisi scozzese dell'eroina aveva fatto irruzione sulla scena internazionale nel 1996 con il film Trainspotting di Danny Boyle, che era ambientato a Edimburgo. Oltre 20 anni dopo, le morti per overdose continuano a flagellare la 'generazione Trainspotting' che ha cominciato a consumare eroina negli anni '80 e ’90.

Le sostanze più pericolose

La maggior parte dei decessi legati alla droga sono dovuti al consumo combinato di diverse sostanze. L'eroina e gli oppioidi sintetici come il medadone, la codeina e l'ossicodone sono coinvolti nell'86% dei decessi registrati nella regione nel 2018. 

Tracce di benzodiazepine, soprannominate 'valium di strada', venduti a 15 pence a pillola, pari a 15 centesimi, sono state ritrovate nei due terzi dei casi. Senza contare la cocaina, che i consumatori di Glasgow si iniettano in piccole quantità per un effetto immediato, aggravando i rischi di overdose mortale e di siringhe contaminate. 

I decessi legati alla cocaina in Scozia sono aumentati del 658% dal 2008, più di ogni altra droga, sottolinea sempre l'ufficio scozzese di statistica. Allo stesso tempo questa provincia del Regno Unito affronta la peggiore epidemia di Aids da decenni, con 156 nuovi casi dal 2015, stando al servizio sanitario di Glasgow.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

  • La Libia in guerra fa 1,6 miliardi di ricavi al mese con il petrolio

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Greenpeace punta il dito contro Volkswagen: “Maglia nera mondiale per emissioni”

Torna su
EuropaToday è in caricamento