Velocità assistita e “scatola nera”, ecco i 30 nuovi salvavita obbligatori per i veicoli

Le norme europee renderanno obbligatorie le tecnologie di sucurezza a bordo delle auto. Domani il voto a Strasburgo 

La tecnologia al servizio della sicurezza. L’Eurocamera è prossima alla votazione di una serie di misure per ridurre i pericoli sulle strade europee, nelle quali hanno perso la vita 25.100 persone solo nel 2018. Il semaforo verde alle nuove norme renderebbe obbligatori trenta dispositivi salvavita. La speranza è quella di diminuire gli incidenti causati da errori umani che corrispondono al 95% di tutti i sinistri.

Il sistema di adattamento intelligente della velocità, ad esempio, aiuta i conducenti a rispettare i limiti. “Non introduciamo un limitatore di velocità”, spiega l’europarlamentare polacca Rosa Thun, “ma un sistema intelligente che renderà i conducenti pienamente consapevoli della velocità di guida”, e dunque dell’eventuale infrazione del limite consentito. 

La segnalazione d'arresto d’emergenza serve invece a indicare la frenata improvvisa ai veicoli che seguono. Una segnalazione luminosa, diversa e più intensa rispetto a quella della frenata “semplice”, dovrebbe ridurre il rischio di tamponamento. Anche la retromarcia dovrà rispettare maggiori standard di sicurezza con un dispositivo, già presente su molti veicoli, che tramite monitor o videocamera rileva la presenza di persone e oggetti durante la retromarcia, evitando la collisione.

Diventeranno probabilmente obbligatori anche i sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici, che indicano i livelli di pressione delle ruote e mettono in guardia il conducente in caso di anomalie. Verrà poi introdotto un registratore di dati di evento (incidente). Una sorta di scatola nera che registra dati rilevanti prima, durante e dopo un incidente stradale.

Il testo prevede anche l’estensione dell’obbligo di sistemi di frenata automatica di emergenza, già previsto per autobus e autocarri, a tutte le autovetture e veicoli commerciali leggeri. Lo stesso vale per il sistema di avviso di deviazione dalla corsia di marcia, che agevola il conducente a mantenere una posizione sicura del veicolo rispetto al limite della corsia o della strada.

Con 49 vittime ogni milione di abitanti, la circolazione su gomma in Europa è già la più sicura al mondo (la media globale è di 174 morti per milione di abitanti). Rispetto al 2010, l’Italia ha ridotto del 20% le vittime della strada, mantenendo comunque una media di 55 morti per milione di abitanti.

Con il voto positivo dell’aula, le nuove norme dovrebbero diventare effettive a partire da maggio 2022 per i nuovi modelli e da maggio 2024 per tutte le vetture.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ben vengano nuovi sistemi per la sicurezza attiva e passiva, ma ormai comprare un auto anche modesta ed "economica" sta diventando un lusso. E non tutti abitano a Milano con i mezzi pubblici e il car/bike/scooter/monopattino sharing...

  • L'europa, prima o poi, finirà con l'imporre la vendita di cibi premasticati e solo quelli.

  • in italia non servirà a nulla. qui c'è solo bisogno di pugno duro con le centinaia di migliaia di animali senza cervello che sfrecciano ovunque senza regole, con chi guida in modo aggressivo. telelaser non segnalati, ritiro patenti e blocco auto. in sei mesi si comporteranno tutti come agnellini. sennò vanno a piedi o col bus. provate a fare 20 km in quell'indecenza senza regole che è la firenze pisa livorno. roba da quarto mondo, l'essenza dello schifo italiano. mai un controllo se non quei patetici autovelox segnalatissimi e conosciutissimi dove perfino i camion inchiodano all'improvviso.

    • lo stato non vuole educare, deve far cassa!!!!!

Notizie di oggi

  • Lavoro

    Lavorare in Germania rende infelici

  • Attualità

    In Slovenia anche la lingua dei segni sarà idioma ufficiale del Paese

  • Lavoro

    "M5s e Lega traditori, da governo ok ad accordo Ue-Usa", la rivolta dei comitati anti-Ttip

  • Attualità

    "La nuova Guardia frontiera Ue un attacco alla sovranità dell'Italia", l'allarme dei gialloverdi

I più letti della settimana

  • Ora è la Grecia a presentare il conto alla Germania: "Paghi i debiti di guerra"

  • Velocità assistita e “scatola nera”, ecco i 30 nuovi salvavita obbligatori per i veicoli

  • "La nuova Guardia frontiera Ue un attacco alla sovranità dell'Italia", l'allarme dei gialloverdi

  • Greta: Mondo in fiamme come Notre-Dame, ma non ha fondamenta così solide

  • "M5s e Lega traditori, da governo ok ad accordo Ue-Usa", la rivolta dei comitati anti-Ttip

  • Chi sono i Paesi Ue che non vogliono accogliere i migranti "italiani"

Torna su
EuropaToday è in caricamento