Recovery Fund, Fdi: “I veri nemici dell'Italia sono gli alleati di Pd e Verdi”

Il piano annunciato ieri, sostiene Fitto, assegna nell’immediato “non più di 2-3 miliardi” al Governo di Roma. Il resto “verrà spalmato in 7 anni e sottoposto a diverse condizionalità”. Poi l’attacco anche a Forza Italia

Il piano annunciato ieri da Ursula von der Leyen ha scatenato “facili entusiasmi” che “si stanno smorzando già oggi”. Così l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Raffaele Fitto, co-presidente del gruppo Conservatori e Riformisti Europei (Ecr) del Parlamento Ue. “Praticamente ci siamo addormentati con 750 miliardi di euro - prosegue il parlamentare - accompagnati da un profluvio di dichiarazioni trionfalistiche, e ci siamo risvegliati con 11-12 miliardi potenzialmente disponibili nel 2020 per tutti i 27 Paesi dell’Unione europea, dei quali  non più di 2-3 miliardi all’Italia”.

I tempi e le condizioni

Per quanto riguarda il resto delle risorse, “gli 82 miliardi annunciati”, secondo Fitto tali fondi verranno “spalmati in 7 anni e sottoposti a diverse condizionalità, compresa quella del co-finanziamento, ma soprattutto ad una tempistica molto lunga”. L’ex ministro ricorda quindi che la proposta della Commissione dovrà essere discussa e approvata dal Consiglio “dove non mancano le posizioni diverse da parte di alcuni Paesi”. Fitto risponde quindi a chi ha accusato Fdi e Lega di essere alleati di forze politiche contrarie agli stanziamenti a vantaggio dei Paesi del Sud Europa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli alleati scomodi

“Gli alleati dei ‘sovranisti’ contrari al Recovery fund”, scrive l’eurodeputato con ironia riferendosi all’esecutivo olandese, danese, svedese e austriaco “sono i nemici dell’Italia”. “E allora facciamo un po’ di chiarezza una volta per tutte: la Svezia ha un Governo di coalizione composto da Socialisti e Verdi, la Danimarca un Governo Socialista, l’Olanda un Governo di coalizione Liberali-Popolari e l’Austria un Governo di coalizione Popolari-Verdi”. “In sintesi - conclude Fitto - tutti i partiti che sono al Governo in questi Paesi siedono in Parlamento europeo negli stessi gruppi di chi in Italia, dalla mattina alla sera, ci dà lezioni di solidarietà ed europeismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Finlandia dice addio alla svastica: per un secolo è stata il simbolo delle sue forze aeree

  • Premier olandese: "L'Italia impari a farcela da sola". Conte: è quello che faremo

  • Erdogan vuole che l'ex basilica di Santa Sofia a Istanbul torni ad essere una moschea

  • "Olanda, Lussemburgo e Irlanda fanno perdere all'Italia 8 miliardi l'anno"

  • Grecia stanca della Troika: "Condizionalità nel Recovery Fund inaccettabili"

  • Saviano e Fazio a evento del Parlamento Ue, Lega attacca: "Siamo messi bene"

Torna su
EuropaToday è in caricamento