Putin vuole la pace con l’Ue. Fissato l’incontro con Macron

Il Cremlino chiede la ripresa del dialogo con Bruxelles. La Russia spera di riallacciare i rapporti con l'Europa in occasione del rinnovo della Commissione. Sul tavolo del bilaterale con il presidente francese tutti i dossier più scottanti: “Siria, Libia, Ucraina e tensioni nel Golfo persico”

Il Governo di Mosca si dice interessato alla ripresa di “un dialogo politico con l'Unione Europea” e desidera ristabilire “contatti appropriati” con la nuova leadership della Commissione, guidata da Ursula von der Leyen. È quanto afferma il consigliere presidenziale russo nel corso di una riunione in vista dei colloqui tra Vladimir Putin e il presidente francese Emmanuel Macron. Il bilaterale tra i due leader, previsto per il 19 agosto, potrebbe segnare, nelle speranze dei russi, un primo atto di riavvicinamento tra l’Europa e il Cremlino, dopo che i rapporti sono degenerati per via del conflitto in Ucraina.  

Riprendere il dialogo

Con riferimento alla rottura tra Bruxelles e Mosca, il consigliere Yury Ushakov precisa che è volontà di Putin “affrontare questo problema, anche alla luce della nuova composizione degli organi di governo europei”. “Abbiamo già espresso - ha detto Ushakov, secondo quanto riporta l’agenzia Interfax - la nostra disponibilità a riprendere il dialogo politico e vogliamo tornare ad avere contatti appropriati con i dirigenti della Commissione Europea e altri organi dell’Ue".

Evitare l'escalation tra Iran e Stati Uniti

I presidenti russo e francese, Vladimir Putin ed Emmanuel Macron, discuteranno di Siria, Libia, del Piano d'azione congiunto (Jcpoa, l'accordo sul nucleare iraniano) e della sicurezza in Europa durante i colloqui del 19 agosto. “Certamente parleranno dell'Iran e della situazione relativa al suo programma nucleare”, sottolinea Ushakov. “Sia la Russia che la Francia sono unite dall'obiettivo comune di preservare il Jcpoa e prevenire l'escalation della tensione tra Iran e Stati Uniti nella regione del Golfo Persico”, evidenzia il consigliere del Governo di Mosca. 

Il conflitto ucraino

Il consigliere presidenziale ha aggiunto che Putin e Macron discuteranno del conflitto ucraino e dei possibili sforzi per giungere a una soluzione. Ushakov ha affermato, infine, che la Russia e la Francia hanno concordato di organizzare nel 2021 un anno di cooperazione regionale e che i leader dei paesi avrebbero confermato l'accordo durante la riunione di lunedì.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Meloni contro l'Ue: “Blocca seggiolini auto anti-abbandono”. Ma è davvero così?

  • Cinque posti dove sei pagato solo per viverci. E c'è anche l'Italia

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Migranti, il governo tedesco si spacca sulla 'solidarietà' all'Italia

  • Regno Unito nuova Singapore, paura Ue: con la Brexit Londra mega paradiso fiscale

Torna su
EuropaToday è in caricamento