Varsavia striglia l’Ue sulla transizione climatica: più fondi agli Stati

La Polonia chiede più risorse da destinare ai Paesi in ritardo sulla lotta al riscaldamento globale. Von der Leyen è d’accordo, ma vuole finanziamenti anche per digitalizzazione, innovazione e ricerca

Un fondo ad hoc per raggiungere un’equa transizione climatica in tutti i Paesi europei. È questa la proposta della Polonia che vorrebbe mettere da parte una quota di risorse “significativamente più grande, e che vada oltre la proposta di bilancio pluriennale 2021-27”. Nella giornata in cui è prevista la prima discussione sul quadro finanziario dell’Ue, il Governo di Varsavia ha fatto circolare tra i leader riuniti a Bruxelles un documento per sostenere le proprie priorità, sperando di trovare l’appoggio della maggioranza dei partner europei. 

L'agenda europea

Tra i temi da discutere oggi ci sono anche gli aspetti internazionali della lotta al cambiamento climatico. La mossa di Varsavia è quindi un modo di approfittarne per chiarire che la sua visione del fondo per una transizione climatica equa, promesso dalla presidente eletta dell'Esecutivo Ue, Ursula von der Leyen: un programma a parte rispetto al bilancio Ue, con risorse adeguate, una durata che vada oltre il 2027 e priorità ai Paesi per cui “le sfide sono più grandi”, come la Polonia. “Ci aspettiamo che la Commissione presenti presto un meccanismo specifico che soddisfi queste richieste”, conclude il documento.

Gli impegni della von der Leyen

Ma la von der Leyen avverte che “ci sarà ancora molto lavoro davanti a noi” per raggiungere un'intesa sul prossimo bilancio europeo, sul quale gli Stati membri hanno posizioni ancora “distanti”. Arrivando al vertice europeo la presidente in pectore della Commissione Ue ha spiegato: “Per me è fondamentale rafforzare la parte legata alla modernizzazione” del bilancio. Il che significa fondi anche “per la lotta al cambiamento climatico, la digitalizzazione, l'innovazione, ricerca e sviluppo”, ha concluso la politica tedesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lega fuori dai giochi in Europa, Salvini: “Cordone sanitario sovietico contro di noi”

  • In Germania Afd come la Lega contro il Mes: non vogliamo pagare per gli italiani

  • Bce, la Germania torna ad attaccare Draghi: "Nuovo bazooka non era necessario"

  • Eurogruppo: "Mes? Non serve riaprire riforma". Salvini: "Da Conte ennesima bugia"

  • Truffe e donazioni, alleati Ue della Lega e tesoriere Id nei guai con la giustizia

  • Gentiloni: “Cantare Bella Ciao per me è un onore”, Corrao (M5s): “Sei tu l’invasore”

Torna su
EuropaToday è in caricamento