“Smantellare il sistema pensionistico pubblico", la proposta della "Lega" spagnola

Vox, partito di destra che potrebbe allearsi con il Carroccio al Parlamento Ue, spinge per un meccanismo previdenziale misto per ridurre le imposte sui contribuenti più ricchi dal 45% al 30%. Il 28 aprile urne aperte per scegliere chi guiderà il Paese

Una mossa elettorale che potrebbe far breccia nel cuore, ma soprattutto nel portafogli, di tanti contribuenti. La Spagna si appresta ad andare alle urne per il rinnovo delle Cortes Generales, i due rami del parlamento di Madrid, nelle elezioni anticipate che si preannunciano incerte e combattute. E con la proposta di sbarazzarsi del sistema pensionistico pubblico, anche la formazione di estrema destra Vox spera di attirarsi le simpatie del ceto produttivo e industriale spagnolo. 

Come riporta il quotidiano El País, Vox intende smantellare il sistema pensionistico pubblico per sostituirlo con uno misto e ridurre di 15 punti  percentuali la tassazione dei redditi più alti. La pressione fiscale dei contribuenti spagnoli nello scaglione più alto passerebbe dunque dal 45 al 30%. Gli ultra-nazionalisti vogliono anche introdurre un sistema di imposizione fiscale ridotta a due sole fasce di reddito: 22% per coloro che guadagnano fino a 60mila euro, ora tassati da 19 a 37%, e 30% per quelli che guadagnano oltre il 60mila, che ora pagano fino al 45%.

Nata nel 2013 da una costola del Partido Popular (Pp), la formazione Vox oggi si colloca su posizioni di estrema destra, nazionaliste e anti-Ue. La parentela - anche se ormai alla lontana - con il centrodestra “tradizionale” del Pp, potrebbe garantire agli ultra-nazionalisti un ruolo chiave nella formazione della maggioranza di Governo, che potrebbe replicare l’alleanza Vox, Pp e Ciudadanos (formazione liberale) già vista nelle dinamiche territoriali.

Nel mentre, i manifesti elettorali con le proposte economiche di Vox sono apparsi anche nella piazza storica del Partido Popular madrileno, a Plaza Colón, dove il movimento politico di estrema destra chiuderà la campagna elettorale. Un’appropriazione territoriale alquanto significativa, sintomo di una competizione interna ai conservatori spagnoli che ricalca, fatte le dovute distinzioni, la rivalità tra Lega e Forza Italia.  

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Carbone, 5 Paesi Ue continuano a produrlo. Dal 1990 consumo dimezzato

  • Migranti, la Lega musulmana all'Ue: "Aiutare l'Italia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento