“Smantellare il sistema pensionistico pubblico", la proposta della "Lega" spagnola

Vox, partito di destra che potrebbe allearsi con il Carroccio al Parlamento Ue, spinge per un meccanismo previdenziale misto per ridurre le imposte sui contribuenti più ricchi dal 45% al 30%. Il 28 aprile urne aperte per scegliere chi guiderà il Paese

Una mossa elettorale che potrebbe far breccia nel cuore, ma soprattutto nel portafogli, di tanti contribuenti. La Spagna si appresta ad andare alle urne per il rinnovo delle Cortes Generales, i due rami del parlamento di Madrid, nelle elezioni anticipate che si preannunciano incerte e combattute. E con la proposta di sbarazzarsi del sistema pensionistico pubblico, anche la formazione di estrema destra Vox spera di attirarsi le simpatie del ceto produttivo e industriale spagnolo. 

Come riporta il quotidiano El País, Vox intende smantellare il sistema pensionistico pubblico per sostituirlo con uno misto e ridurre di 15 punti  percentuali la tassazione dei redditi più alti. La pressione fiscale dei contribuenti spagnoli nello scaglione più alto passerebbe dunque dal 45 al 30%. Gli ultra-nazionalisti vogliono anche introdurre un sistema di imposizione fiscale ridotta a due sole fasce di reddito: 22% per coloro che guadagnano fino a 60mila euro, ora tassati da 19 a 37%, e 30% per quelli che guadagnano oltre il 60mila, che ora pagano fino al 45%.

Nata nel 2013 da una costola del Partido Popular (Pp), la formazione Vox oggi si colloca su posizioni di estrema destra, nazionaliste e anti-Ue. La parentela - anche se ormai alla lontana - con il centrodestra “tradizionale” del Pp, potrebbe garantire agli ultra-nazionalisti un ruolo chiave nella formazione della maggioranza di Governo, che potrebbe replicare l’alleanza Vox, Pp e Ciudadanos (formazione liberale) già vista nelle dinamiche territoriali.

Nel mentre, i manifesti elettorali con le proposte economiche di Vox sono apparsi anche nella piazza storica del Partido Popular madrileno, a Plaza Colón, dove il movimento politico di estrema destra chiuderà la campagna elettorale. Un’appropriazione territoriale alquanto significativa, sintomo di una competizione interna ai conservatori spagnoli che ricalca, fatte le dovute distinzioni, la rivalità tra Lega e Forza Italia.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La destra ormai viene sempre definita "estrema destra". Così come la sinistra, per quanto possa essere moderata, è sempre "estrema sinistra"... E basta che qualcuno abbia idee anche solo un po' nazionaliste per essere subito etichettato come " ultra nazionalista"... Se i boss del pensiero unico, con i loro scagnozzi della comunicazione, insistono con questo schema è perché funziona! Medio-man, impaurito da cotanto estremismo, si rifugia al sicuro del loro abbraccio paterno...

Notizie di oggi

  • Attualità

    Accusati truccare i test d'inglese, Londra espelle centinaia di studenti stranieri

  • Attualità

    Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Attualità

    Boschi in fiamme, arriva la flotta europea di soccorso per aiutare gli Stati membri

  • Attualità

    "Il vero leader dell'Italia è Salvini, non Conte". E Verhofstadt lo sfida a un confronto

I più letti della settimana

  • Tensione tra Italia e Austria: "Siete come la Grecia", "Pensi prima di parlare"

  • "Il vero volto dei sovranisti Ue: al fianco delle lobby e contro famiglie e lavoratori"

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Meloni: "Far votare i militari all'estero". Ma dimentica 3 milioni di italiani

  • "L'Ue impone all'Italia di dare le case popolari ai rom". Ma è una bufala

  • Sindacato blocca la distribuzione alle edicole del settimanale con Salvini in copertina

Torna su
EuropaToday è in caricamento