Alle europee torna il Pci con il simbolo storico. E punta alla rottura con l'Ue

Parte la raccolta delle firme per presentare le liste del “rinato” Partito comunista italiano alle elezioni di maggio: “Siamo contro il governo e per uscire dall'euro”

ANSA/GIORGIO BENVENUTI

I nostalgici del Partito comunista italiano che fu di Palmiro Togliatti ed Enrico Berlinguer potranno finalmente tornare a votarlo. O almeno potranno mettere una croce sul simbolo che lo ha rappresentato alle prossime elezioni europee previste per maggio. "Dopo oltre 25 anni, la prossima campagna elettorale sarà segnata dal ritorno del Partito Comunista Italiano", si legge in una nota del "rinato Pci”, i cui “organismi dirigenti hanno recentemente scelto di avviare la raccolta delle firme per presentare il simbolo storico dei comunisti italiani alle prossime elezioni europee".

"Il dialogo avviato con altre forze a sinistra - si legge nel comunicato - non ha prodotto una sintesi politica e quindi il Pci ha deciso di presentare autonomamente il proprio simbolo su contenuti, in particolare, centrati sull'opposizione al governo, contro le inefficaci misure economiche, di rottura con l'Unione europea e per l'uscita dall'euro dell'Italia". Quello che il nuovo Pci propone è in sostanza "Più Stato e meno mercato": nazionalizzazioni in settori economici strategici, lavoro stabile, aumento dei salari e riduzione dell'età pensionabile per tutti, di ingenti investimenti pubblici per infrastrutture e territori.

Per attuare queste politiche, "i comunisti ritengono necessario rompere con tutti i vincoli della Ue, euro compreso. A sinistra, quindi, oltre al ritorno sulla scena politica di un simbolo storico si affaccia una posizione chiaramente contro l'euro e per il recupero della sovranità nazionale e popolare".

Potrebbe interessarti

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "A Matteo Salvini va dato il premio Nobel per la pace"

I più letti della settimana

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • Riscaldamento globale, l’Onu avverte: “Si va verso l’apartheid climatico”

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "Scoppia bomba alla Commissione Ue": la protesta degli ambientalisti a Bruxelles

  • Standing ovation per Draghi dai leader Ue. Conte: "Orgoglioso di lui"

Torna su
EuropaToday è in caricamento