Alle europee torna il Pci con il simbolo storico. E punta alla rottura con l'Ue

Parte la raccolta delle firme per presentare le liste del “rinato” Partito comunista italiano alle elezioni di maggio: “Siamo contro il governo e per uscire dall'euro”

ANSA/GIORGIO BENVENUTI

I nostalgici del Partito comunista italiano che fu di Palmiro Togliatti ed Enrico Berlinguer potranno finalmente tornare a votarlo. O almeno potranno mettere una croce sul simbolo che lo ha rappresentato alle prossime elezioni europee previste per maggio. "Dopo oltre 25 anni, la prossima campagna elettorale sarà segnata dal ritorno del Partito Comunista Italiano", si legge in una nota del "rinato Pci”, i cui “organismi dirigenti hanno recentemente scelto di avviare la raccolta delle firme per presentare il simbolo storico dei comunisti italiani alle prossime elezioni europee".

"Il dialogo avviato con altre forze a sinistra - si legge nel comunicato - non ha prodotto una sintesi politica e quindi il Pci ha deciso di presentare autonomamente il proprio simbolo su contenuti, in particolare, centrati sull'opposizione al governo, contro le inefficaci misure economiche, di rottura con l'Unione europea e per l'uscita dall'euro dell'Italia". Quello che il nuovo Pci propone è in sostanza "Più Stato e meno mercato": nazionalizzazioni in settori economici strategici, lavoro stabile, aumento dei salari e riduzione dell'età pensionabile per tutti, di ingenti investimenti pubblici per infrastrutture e territori.

Per attuare queste politiche, "i comunisti ritengono necessario rompere con tutti i vincoli della Ue, euro compreso. A sinistra, quindi, oltre al ritorno sulla scena politica di un simbolo storico si affaccia una posizione chiaramente contro l'euro e per il recupero della sovranità nazionale e popolare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Che fine ha fatto la fratellanza universale del cacchio, grazie alla quale i sinistroidi hanno spalancato le frontiere della nostra nazione? Tutto fa brodo per raccogliere quattro voti, puntando su un simbolo che é stato la negazione del concetto di Patria e sulla UE che in questo momento é ai suoi minimi storici per simpatia.

  • non sono stupidi comunisti fanno i loro interessi, stupidi sono quelli che li votano

  • per come si sono comportati in tempi recenti più che altro puntano ad imbucare qualcuno in parlamento per fini economici, poi quel che faranno dipenderà dal loro giravoltismo...

  • E questi discorsi li fate in un contesto europeo; per essere eletti in una UE con la quale vorreste rompere? Ma fatemi il piacere...! Li dovete fare in un contesto nazionale, e senza tante ambiguità, in modo da ottenere abbastanza forza politica da avviare una campagna per l' uscita dall' UE. Trovereste degli alleati, e tanti, anche fra i nemici tradizionali. La priorità per l' Italia è questa. Poi i conflitti ideologici si risolveranno; e vinca il migliore.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Ora è la Grecia a presentare il conto alla Germania: "Paghi i debiti di guerra"

  • Attualità

    Elezioni, il Regno Unito non cambia gli equilibri: nel prossimo Parlamento necessarie larghe intese

  • Attualità

    Basta annunci ingannevoli, Strasburgo vota le nuove norme sugli acquisti online

  • Attualità

    Un 'sovranista' Juncker dà l'addio a Strasburgo: l'Europa non si realizza senza nazioni

I più letti della settimana

  • Produzione industriale, l'Italia traina la crescita dell'Eurozona. Bloomberg: “Effetto tiramisù”

  • “I dipendenti di Amazon costretti a lavorare nonostante infortuni”

  • Ora è la Grecia a presentare il conto alla Germania: "Paghi i debiti di guerra"

  • Velocità assistita e “scatola nera”, ecco i 30 nuovi salvavita obbligatori per i veicoli

  • "Salvini è stato il deputato Ue più influente degli ultimi anni"

  • Greta: Mondo in fiamme come Notre-Dame, ma non ha fondamenta così solide

Torna su
EuropaToday è in caricamento