Strasburgo boccia Casaleggio. E i 5 stelle (a sorpresa) disertano il voto

Presentata a Bruxelles dal capo di Rousseau, la proposta sull'identità digitale è stata sonoramente respinta dal Parlamento europeo: solo 20 favorevoli e ben 249 contrari. Assenti 8 pentastellati su 11

Una sconfitta netta su uno dei temi più cari al Movimento nato sul web. Il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha respinto con 249 voti contrari, 20 favorevoli e 18 astensioni l’ordine del giorno sull’identità digitale. Il testo era stato presentato la scorsa settimana dal presidente dell’associazione Rousseau Davide Casaleggio. Assente in aula la gran parte degli europarlamentari pentastellati, che avevano invece partecipato all’evento pubblico assieme a Casaleggio

La mozione dei pentastellati prevedeva un dibattito, da tenere nella giornata di mercoledì, seguito dal voto della risoluzione sul riconoscimento del “Diritto universale all’identità digitale”. “La rete è uno spazio nel quale si manifesta sia l’identità pubblica sia lo svolgimento della vita privata, è quindi arrivato il momento di porre delle tutele concrete ai diritti della persona”, ha spiegato l’eurodeputato pentastellato Fabio Massimo Castaldo

Tra i voti favorevoli all’ordine del giorno presentato dai Cinque stelle ci sono anche quelli di Forenza e Spinelli della sinistra, oltre che di Bresso, Briano, Cofferati e De Monte dei socialisti, e dell’ex pentastellato Marco Valli.  

Ma oltre alla contrarietà della maggioranza dell’aula al dibattito e alla risoluzione, si registra l’assenza tra gli scranni del M5s di otto eurodeputati sugli undici che fanno parte della delegazione . Gli unici pentastellati presenti in aula erano infatti Castaldo, Pedicini e Zullo. 

L'assenza dei 5 stelle non è passata inosservata, tanto più per quanto avvenuto in contemporanea proprio sulla piattaforma Rousseau: ieri, infatti, i militanti M5s hanno espresso il loro voto sulle 5 capolista scelte da Di Maio per le imminenti elezioni europee. Un voto che ha confermato le indicazioni del leader, ma che ha spaccato, e non poco, i militanti. Con malumori anche tra gli eurodeputati in corsa per la rielezione. 

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • “Alcoltest nei porti per bloccare camionisti e conducenti in stato d’ebbrezza”

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Portate la Tav anche al Sud", l'appello di Al Bano a Bruxelles

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Condannato per abuso di potere, promosso a ministro degli Interni

Torna su
EuropaToday è in caricamento