Orban omaggia Erdogan: “Senza di lui impossibile fermare i migranti”

Incontro tra i due leader a Budapest. L'ungherese: “Senza la Turchia ci sarebbero 350mila persone ai nostri confini”

Si stringe l'asse che porta da Ankara a Budapest. Il presidente turco turco, Recep Tayyip Erdogan, è andato in visita in Ungheria dove ha ricevuto ancora una volta i complimenti da Viktor Orban per il suo ruolo nella gestione dei flussi migratori.

Solo Ankara può fermare i migranti

Orban parlando in una conferenza stampa congiunta ha sostenuto che senza Ankara non è possibile fermare i migranti diretti in Europa, e che la Turchia è un partner strategico dell'Ungheria non solo per quanto riguarda l'immigrazione ma anche per la sicurezza. Il capo del governo di Budapest ha ricordato che soltanto quest'anno la Turchia ha fermato 350 mila persone dal varcare illegalmente i suoi confini. “Se non l'avesse fatto sarebbero già tutti alla frontiera meridionale dell'Ungheria”, ha rilevato.

La politica estera ungherese

L'Ungheria è al crocevia di tre importanti capitali: Ankara, Berlino e Mosca. Alcuni giorni fa Budapest ha ospitato il presidente russo, Vladimir Putin, poi il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Mass, e ora accoglie il presidente della Turchia. “Questo è il tipo di politica estera che vorremmo proseguire”, ha spiegato Orban che ha affermato che la cooperazione con Ankara è anche militare con i due Paesi che hanno progetti militari, programmi finanziari e missioni umanitarie comuni in Africa, per esempio in Ghana.

L'avvertimento al'Ue

Interrogato dai giornalisti presenti sulla questione migratoria, Erdogan ha avvertito che se la Turchia non riceverà assistenza dall'Unione europea è possibile che lasci passare i migranti. È chiaro che se ciò avvenisse la direzione del loro flusso sarebbe chiara e sarebbe verso l'Europa, ha osservato il premier ungherese. Orban ha sostenuto che “la patria è la cosa più importante al mondo” e bisogna far sì che chi è costretto ad abbandonarla vi possa tornare. Tuttavia, se dovesse essere necessario, l'Ungheria sarebbe in grado di difendere i suoi confini con barriere fisiche e giuridiche ha concluso Orban.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “No alle bombe nucleari Usa a casa nostra”. Scoppia il caso in Belgio, ma riguarda anche l’Italia

  • Dai migranti alle armi, ecco come l’Ue si prepara a cambiare la missione Sophia

  • Rissa davanti a Macron tra agenti israeliani e francesi: "Con me questo non lo fate"

  • “Se studi il Comune ti cancella i debiti”, l'iniziativa per 'salvare' i giovani disoccupati

  • Gli psichiatri vogliono i dati riservati dei social per prevenire i suicidi dei giovani

  • Tra Bruxelles e Vienna torna un treno notturno dopo 16 anni, è l'effetto Greta

Torna su
EuropaToday è in caricamento