Notre Dame, deputati Ue donano diaria per la ricostruzione. Tusk: "Serve contributo di tutti gli Stati membri"

A Strasburgo, l'iniziativa di un eurodeputato accolta da Tajani. Mentre il presidente del Consiglio europeo invita i Paesi a contribuire alla ricostruzione della cattedrale devastata dall'incendio

La cattedrale di Notre Dame devastata da un incendio

Dopo la commozione dinanzi alle immagini della cattedrale di Notre Dame, a Parigi, devastata da un incendio che ne ha distrutto tetto e guglia, nell'Ue è l'ora della mobilitazione per aiutare la Francia nella ricostruzione di un monumento considerato tra i simboli dell'Europa stessa. 

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha invitato tutti gli Stati membri della Ue a offrire il proprio aiuto per la ricostruzione della cattedrale di Notre Dame. "Anche voi ricostruirete la vostra cattedrale", ha detto Tusk ricordando come la sua città natale, Danzica, venne ricostruita dopo la distruzione subita nella Seconda Guerra Mondiale. "Chiedo a tutti i 28 Stati membri di prendere parte a questo impegno", ha detto Tusk intervenendo alla sessione del Parlamento europeo a Strasburgo. "So che la Francia può farcela da sola, ma qui c'è in gioco qualcosa di più del semplice aiuto materiale. Siamo legati da qualcosa di più importante e più profondo dei trattati", ha aggiunto Tusk.

Proprio dal Parlamento è partita una raccolta fondi rivolta agli eurodeputati. Ad annunciarlo è stato questa mattina a Strasburgo il presidente dell'Aula, Antonio Tajani: "Un deputato mi ha proposto di raccogliere del denaro - ha raccontato rivolgendosi ai colleghi deputati - Quindi metteremo fuori dalla plenaria una scatola per queste offerte" e "potremo metterci quello che guadagniamo oggi (la diaria giornaliera, ndr) per lanciare un messaggio di solidarietà, per cercare di ricostruire qullo che deve essere ricostruito e sarà un messaggio positivo del Parlamento europeo", ha aggiunto, prima di concludere: "Conto su di voi" ha concluso.

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Carbone, 5 Paesi Ue continuano a produrlo. Dal 1990 consumo dimezzato

  • Migranti, la Lega musulmana all'Ue: "Aiutare l'Italia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento