Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La Nato "avverte" Conte: le sanzioni alla Russia restano finché Mosca non cambia atteggiamento

Lo ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg in merito alle parole del neo premier sui rapporti con il Cremlino

 

"Le sanzioni economiche" nei confronti della Russia "sono importanti, perché danno il messaggio che quello che la Russia ha fatto in Ucraina ha delle conseguenze. La Russia deve cambiare comportamento, prima che le sanzioni siano rimosse". Così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha risposto, in conferenza stampa a Bruxelles, in merito alle parole del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il quale ha detto che l'Italia si farà promotrice di una revisione del sistema delle sanzioni comminate a Mosca. "Prima di tutto - ha detto ancora Stoltenberg- vorrei congratularmi con il nuovo presidente del Consiglio italiano e spero di incontrarlo presto. L'Italia è un alleato impegnato e molto apprezzato, impegnato per la sicurezza collettiva in molti modi diversi. Ha un ruolo chiave quando si tratta di affrontare le sfide nel sud dell'alleanza. Ospita molte importanti strutture della Nato, incluso il comando interforze di Napoli. L'Italia è un importante alleato della Nato e accolgo con favore l'impegno del nuovo primo ministro per la nostra alleanza". "Quando si tratta di Russia - ha continuato - penso che sia importante sottolineare che la Nato ha un approccio duale alla Russia, combina la deterrenza e la difesa al dialogo politico. Non puntiamo a isolare la Russia: è un nostro vicino e accogliamo con favore il supporto dell'Italia al dialogo che abbiamo con la Russia. Abbiamo avuto un incontro del Consiglio Nato Russia in cui abbiamo parlato di diverse questioni. E' importante continuare questo dialogo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
EuropaToday è in caricamento