"Le navi militari Ue non sbarchino i migranti solo in Italia", ma a Vienna non c'è accordo

Niente intesa tra i ministri della Difesa europei sulla richiesta di Roma di riformare la missione Sophia. Mogherini: "Spero in un risultato concreto nelle prossime settimane"

L'Italia ha chiesto che le navi militari della missione Sophia non portino i migranti salvati nel Mediterraneo solo in Italia. L'Austria propone di impiegare i militari per le operazioni di Frontex, la guardia costiera europea, e contenere cosi' i flussi migratori. Ma su entrambe le richieste presentate oggi a Vienna nel corso della riunione dei ministri della Difesa degli Stati membri, l'Ue si è divisa. 

La riforma di Sophia

Al centro delle discussioni la riforma di Sophia, ossia la missione Ue che prevede l'impiego di navi militari per le operazioni di controllo delle frontiere e soccorso dei migranti nel mar Mediterraneo. L'Italia chiede a gran voce che la navi militari che soccorrono migranti non sbarchino solo in Italia, come previsto dalle regole attuali. “Un principio che noi consideriamo inaccettabile e che vogliamo rivedere – ha detto la ministra della Difesa Elisabetta Trenta - Come? Attraverso l'introduzione di un meccanismo di rotazione dei porti” e “istituendo un'Unità di coordinamento assimilata a Frontex, che si occuperà proprio di assegnare il porto al paese competente ogni qualvolta una nave della missione Sophia presterà soccorso in mare”.

Mogherini fiduciosa

Richiesta che, a quanto si apprende, non avrebbe trovato consensi, a parte una tiepida apertura della Germania: “Oggi mi sento delusa perché ho visto che l'Europa non c'è, ma sono fiduciosa”, ha detto la stessa Trenta a margine della riunione con i colleghi. Anche l'Alta rappresentante Ue per la politica estera, Federica Mogherini, spera “in un risultato concreto nelle prossime settimane, non è un esercizio facile, ma ritengo che sia un dovere: in questi mesi l'Ue ha dimostrato che è in grado di fare la differenza nel Mediterraneo e perdere questo bene sarebbe un grande passo indietro per tutti gli Stati membri e sarebbe negativo per la sicurezza del Mediterraneo”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ragazzi per fortuna le cose stanno cambiando e sta rinascendo l amor di patria , parola da dirsi sottovoce sino pochi anni fa. Se questa piaga è stato il prezzo da pagare ci sto, possiamo riparare, ma il fatto che il sentimento patriottico è di nuovo presente negli italiani mi rincuora e da lo stimolo a guardare avanti con orgoglio e senso di appartenenza.

  • Vienna non e' mai daccordo, su nulla. Sarebbe daccordo se si trovasse esattamente al posto nostro.

  • A questo punto una nazione non di calabrache, come è stata con tutti i governi precedenti...proprio tutti, compresi i governi del Magnate Berlusconi, dovrebbe uscire dal Patto Sophia. Fatto ció voglio vedere dove fanno attraccare questi “Traghetti”. In merito alla permanenza dell’Italia nella UE, possiamo anche restarci, a patto che si ridiscutano i patti con i furbacchioni che in Europa battono il tempo. Per la paventata tempesta economica, tranne gli giochini dello spread, a Nessuno, Germania in primis, conviene tirare troppo la corda. L’Italia non è l’Irlanda o il Portogallo e tanto meno la Grecia: SE CI FANNO ANDARE A FONDO ci trasciniamo mezza Europa, Germania compresa.

  • Lo immagginavo ci si poteva scommettere anche le mutande che non sarebbe andata in porto, a questo punto si è capito che mai scenderanno a patti io li manderei a fancùllare tutta la comunità europea , non pagherei i 20 milardi e uscirei dall'euro temporaneamente ci stanno prendendo per le chiappe minacciando chissà quali pestilenze economiche se lo facessimo, ma io credo che se rimaniamo in Europa a queste condizioni non cambiarà il risultato ci faranno fallire a suon di troika e il risultato sarà il medesimo con la sola differenza che se ci sganciamo ora avremo si la deflazione ma non saremo più soggetti ad un'economia stagnante e ci libereremo da una schiavità governativa non nostra, in poche porale siamo lo zerbino d'europa che ha paura che la abbandoniamo visto i molti interessi che hannno nei nostri confronti e dell'Italia, forse il coltello dalla parte del manico c'è l'abbiamo noi? , ma temono che c'è ne possiamo accorgere, della serie non far sapere al contadino quanto è buono il cacio con le pere!

    • Scarichiamo I furbacchioni....

  • che strano...nessuna nazione vuole migranti...

  • Niente sbarchi altro che rotazione

  • NO! Le navi militari non devono semplicemente sbarcare migranti. Punto. Altrimenti si chiamano con altri nomi: traghetti, navi da crociera, ecc. Questo schifo di transumanza a casaccio deve finire: chi vuole arrivare deve rispettare procedure e regole come nella stragrande maggioranza del mondo. Il mantenimento ad ufo delle orde, spesso con identità di fantasia, non porterà da nessuna parte.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Le europee, in moto una macchina democratica che coinvolge 427 milioni di cittadini

  • Attualità

    Nuove regole europee sui droni: non servirà l'autorizzazione per i più leggeri

  • Attualità

    Portogallo e Grecia, la sinistra anti-austerity alla prova del voto

  • Attualità

    Il romanista che ha “purgato” i sovranisti in Olanda. E che propone il salario minimo Ue 

I più letti della settimana

  • Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Europee, un pezzo d'Italia al voto per la Romania. E Salvini corteggia i socialisti di Bucarest

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Migranti, cosa dice la lettera dell'Onu che accusa l'Italia di violazione dei diritti umani

  • Affare saltato sul debito della Grecia, investitori tedeschi perdono causa con la Bce

  • Tir, approvati i nuovi standard per le cabine degli autotrasportatori

Torna su
EuropaToday è in caricamento