Merkel: la gestione dei flussi migratori è la principale sfida dell'Ue

La cancelliera tedesca al Bundestag: "La soluzione non è l'isolamento o azioni unilaterali"

foto EU Council

È la gestione dei flussi migratori in arrivo in Europa "la principale sfida per il futuro della Ue". Per la cancelliera Angela Merkel, che è intervenuta al Bundestag, la crisi migratoria "è ancora più grande della crisi eurozona”, ma ha avvertito “la soluzione non è l'isolamento o azioni unilaterali". Nel suo discorso, come riporta l'AdnKronos, la cancelliera tedesca ha detto che la sfida costituita dall'immigrazione "mi appare come molto più grande alla futura coesione dell'Unione europea di quella che abbiamo vissuto durante la crisi dell'eurozona". Ma la soluzione di questo problema non può essere "l'isolamento" in seno alla Ue e non risiede in azioni di unilaterali, ha detto ancora Merkel riconoscendo che questo è "il punto debole" dell'Unione. "Ancora non abbiamo trovato una soluzione", ha ammesso ancora la cancelliera tedesca sottolineando comunque la convinzione che questa possa essere trovata in modo comune ed unitario.

"Lavorare a un'Europa forte"

Anche perché, ha ribadito Merkel, la Germania non può guardare ad un futuro positivo che non comprenda l'Europa: "È nel nostro interesse lavorare per un'Europa forte". "Se l'Europa si limita a dire 'noi ci chiudiamo e non ci importa dei Paesi nostri vicini, va a finire male", ha affermato ancora Merkel, sottolineando che il "primo passo" è quello di convertire la cooperazione tradizionale in sostegno allo sviluppo economico in Africa, da dove parte la grande maggioranza delle persone che cercano di arrivare in Europa. "L'Africa è un grande continente, un continente giovane, un continente dei mercati del futuro", ha detto.

Potrebbe interessarti

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

I più letti della settimana

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Il "patto del cavoletto" tra Pd e M5s spacca il governo. E ora la Lega teme per il 'suo' commissario

  • Migranti, Von der Leyen: "Salvare vite in mare è un dovere, riformare regole di Dublino"

Torna su
EuropaToday è in caricamento