Macron vuole per l'Ue un "vero esercito europeo"

Il presidente francese: "La Russia ha dimostrato di poter essere pericolosa, non possiamo affidarci solo agli Stati Uniti"

Foto Ansa EPA/YURI KADOBNOV

Le minacce per l'Europa sono ai suoi stessi confini e quindi l'Unione per difendersi ha bisogno anche di “un vero esercito europeo”. Ne è convinto Emmanuel Macron che ha spiegato il suo progetto in un'intervista rilasciata all'emittente radiofonica francese "Europe 1". "Non proteggeremo gli europei se non decideremo di avere un vero esercito europeo. Di fronte alla Russia, che è ai nostri confini ed ha mostrato che potrebbe essere minacciosa, dobbiamo avere un'Europa che si difende da sola, senza dipendere esclusivamente dagli Stati Uniti, e in maniera più sovrana", ha detto il presidente francese secondo cui l'Unione deve difendersi da tutte le "potenze autoritarie" che si ergono ai suoi confini e "potrebbero riarmarsi".

Dialogo con Mosca

“Voglio costruire un vero dialogo sulla sicurezza con la Russia, che è un Paese che rispetto, un paese europeo", ha precisato Macron che incontrerà Vladimir Putin l'11 novembre a Parigi, in quando il presidente russo sarà alle celebrazione per la fine del primo conflitto mondiale.

Le critiche agli Usa

Macron ha anche affermato che "l'Europa e la sua sicurezza" sono "la vittima principale" dell'uscita degli Stati Uniti dal trattato sulle armi nucleari a medio raggio, annunciata dal presidente degli Usa, Donald Trump. Già nel 2017, Macron aveva proposto la creazione entro il 2020 di una "forza d'intervento comune" europea per le missioni in teatri di crisi. Il presidente francese aveva, inoltre, chiesto l'istituzione di un bilancio per la difesa comune e l'elaborazione di una dottrina militare europea. Alle proposte di Macron il ministro della Difesa tedesco, Ursila von der Leyen, aveva risposto che "non si tratta di un progetto immediato per il domani".

Potrebbe interessarti

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • "Il bollo auto è discriminatorio e illegale", la Corte Ue condanna la Germania

  • "Quote annuali di migranti", il ministro di Macron rilancia la proposta. Ma la destra dice no

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

I più letti della settimana

  • L'Adidas perde la 'guerra delle tre strisce'. Tribunale Ue: "Potranno essere usate da altri"

  • Energia, per colpa del gas l'Italia rischia di pagare caro

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • "Il bollo auto è discriminatorio e illegale", la Corte Ue condanna la Germania

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "Scoppia bomba alla Commissione Ue": la protesta degli ambientalisti a Bruxelles

Torna su
EuropaToday è in caricamento