Muri imbrattati e letame, blitz vandalico alla casa di Cecile Kyenge

E' successo a Modena, residenza dell'eurodeputata del Pd: “Non mi piego davanti alle intimidazioni”. Solidarietà bipartisan al Parlamento Ue

“Stamattina ho notato con sconcerto il fatto che il mio domicilio familiare è stato oggetto di atti vandalici e cospargimento di materie fecali da parte di ignoti. I muri dello stabile di proprietà della mia famiglia ed i cancelli sono stati vandalizzati, con chiara intenzione di mandarmi un messaggio di cui ignoro il contenuto. Inoltre, sacchetti di feci sono stati gettati all’interno del nostro cortile”. Con queste parole, pubblicate sul suo profilo Facebook, l'eurodeputata del Pd Cecile Kyenge ha denunciato l'atto vandalico avvenuto nella sua casa di Modena. 

“Al momento ignoro le motivazioni di un così odioso atto compiuto contro di me e contro la mia famiglia, nella più totale violazione di quelli che sono i nostri spazi privati. Ho dunque intrapreso le azioni per la denuncia presso le autorità competenti in materia di sicurezza e di protezione dei cittadini affinché siano assunti i necessari provvedimenti”, ha aggiunto l'ex ministra. “Il mio impegno politico è finalizzato alla ricerca della concordia, della pace sociale che si ottiene attraverso la convivenza pacifica”, ha concluso. 

Solidarietà di Pd e Fi al Parlamento Ue

"Vorrei esprimere la mia personale solidarietà alla collega europarlamentare Cecile Kyenge. La politica, oltre a tutto il resto, ha il fondamentale compito di combattere ogni forma d'odio, e il razzismo è una di queste”, ha detto l'europarlamentare di Forza Italia Stefano Maullu. "A nome di tutta la delegazione degli eurodeputati Pd voglio esprimere la massima solidarietà alla collega. E' l'ennesimo attacco contro di lei che si inserisce in una più ampia campagna di odio e intolleranza che non può più essere tollerata in Italia e che ora deve essere censurata e condannata senza ambiguità da tutte le forze politiche", ha dichiarato la capodelegazione Pd al Parlamento Ue, Patrizia Toia

Potrebbe interessarti

  • I leader Ue chiudono la porta a Macedonia del Nord e Albania nell'Ue

  • Solo un italiano ai negoziati sul programma del nuovo Parlamento Ue. Ed è del Pd

  • “Questa casa è di sinistra”, negato l'affitto alla leghista

  • Migranti, Bruxelles smentisce Salvini: "La Sea Watch non può sbarcare in Libia"

I più letti della settimana

  • Juncker: "Non voglio umiliare l'Italia, ma governo sulla strada sbagliata”

  • I leader Ue chiudono la porta a Macedonia del Nord e Albania nell'Ue

  • Solo un italiano ai negoziati sul programma del nuovo Parlamento Ue. Ed è del Pd

  • “Questa casa è di sinistra”, negato l'affitto alla leghista

  • Minibot, l’Italia “copia” Schwarzenegger. Ma a lui andò male

  • Migranti, Bruxelles smentisce Salvini: "La Sea Watch non può sbarcare in Libia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento