Juncker ammette: "In questi giorni tentato di chiamare Mattarella, ma mi sono fermato"

Il presidente della Commissione europeo: "Ho voluto evitare accuse di intromissione nella politica interna". E aggiunge: "No a lezioni germanofone a Roma"

La tentazione l'ha avuta. Ed è stata forte. Ma alla fine Jean-Claude Juncker dice di non aver chiamato in questi giorni di crisi politica il presidente dell Repubblica Sergio Mattarella per evitare accuse di intromissione nella politica interna. Lo ha ammesso lo stesso presidente della Commissione europea in un'intervista per il network tedesco RedaktionsNetzwerk Deutschland (RND).

"Ovviamente si può essere preoccupati per ciò che sta accadendo a Roma", ha detto Juncker, secondo una traduzione dell'intervista fornita dalla Commissione. "Tuttavia, preferisco mantenere la calma e non interferirò con le questioni nazionali italiane. Penso molto al presidente Mattarella, ma non ho parlato con lui durante questa crisi. Non ho interferito, anche se sono stato tentato di farlo".

Le lezioni a Roma

"Dobbiamo dimostrare rispetto all'Italia", ha aggiunto Juncker, e quando gli è stato domandato del debito pubblico italiano e delle misure previste dal nuovo esecutivo di Giuseppe Conte, ha aggiunto: Non sono "favorevole a dare lezioni a Roma. Questo è stato fatto eccessivamente con la Grecia, soprattutto dai Paesi germanofoni", come la Germania durante la crisi. Per il presidente della Commissione, Atene è stata colpita da questo, con "la dignità dei greci calpestata" quando il primo ministro Alexis Tsipras, leader del movimento politico della sinistra radicale Syriza, arrivò al potere nel 2015.

E in vista del programma che Conte dovrà realizzare, ha chiesto che gli errori del passato non siano ripetuti ora: "Questo non deve accadere nuovamente, nel caso attuale dell'Italia". Poi: "Assolutamente non voglio essere coinvolto in questioni di politica interna italiana", "non voglio nutrire le accuse diffuse dai populisti sul fatto che Bruxelles si intrometta negli affari loro, sono certo che gli italiani hanno un acuto senso di ciò che è buono per il loro paese". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Intanto ha detto la sua,anche se non chiesta,tacciando di populismo l'attuale Governo. Io invece sono tentato e lo dico: Juncker...crucco tedesco ...fatti li caxxi tua.!!!!

  • Ognuno deve occuparsi del proprio paese e lasciare lavorare gli altri paesi, troppe volte hanno messo il becco da noi scatenando un putiferio!!!

  • boh chissà se è vero. L'alcol distrugge i neuroni e quindi fa perdere la memoria già a età non avanzate.

  • chiamare per dire cosa?ma qualche giornale italiano ha commentato durante la formazione del governo in Germania?Sono volati insulti???Ma in Europa capiscono che ogni stato è sovrano???Junker doveva chiamare Sala quando gli olandesi hanno scippato l'EMA...ma li faceva comodo il fare "mafiosetto"

  • Se credono di trasformare l’Italia in un “protettorato” tedesco, come di fatto è accaduto con la Grecia, si sbagliano di grosso. L’Italia è una noce troppo grossa per i loro denti e finalmente lo stanno comprendendo anche alcuni teutonici personaggi. Noi italiani saremo anche lenti nel reagire e abbiamo una resistenza alle offese, secolare, ma quando ci toccano sull’orgoglio nazionale, allora tiriamo fuori gli attributi!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Europee, un’Olanda balcanizzata si prepara al voto: nessun partito arriva al 20%

  • Attualità

    La Russia divide i sovranisti, ecco perché il gruppo europeo di Salvini potrebbe saltare

  • Attualità

    L'Iva scende al 4%, ma solo per i partiti che partecipano alle europee

  • Ambiente

    Clima, l'Europa fa poco per ridurre le emissioni. L'Italia ancora meno

I più letti della settimana

  • "Datori hanno l'obbligo di misurare l'orario di lavoro effettivo", storica sentenza della Corte Ue

  • L’Italia sta con Merkel e 'tradisce' i Paesi ambientalisti: “No all’azzeramento delle emissioni”

  • Tensione tra Italia e Austria: "Siete come la Grecia", "Pensi prima di parlare"

  • "Il vero volto dei sovranisti Ue: al fianco delle lobby e contro famiglie e lavoratori"

  • "L'Ue impone all'Italia di dare le case popolari ai rom". Ma è una bufala

  • “Gli italiani più ricchi dei tedeschi”. Lo dice Bankitalia, ma è davvero così?

Torna su
EuropaToday è in caricamento