Addio all'Ue dell'Italia? I bookmaker lo danno a 3, davanti a Grecia e Repubblica ceca

Per Atene e Praga le quotazioni sono molto più alte, segno che l'eventualità è ritenuta meno probabile: 5 e 7

ANSA/ANGELO CARCONI

Se qualcuno pensava di scommettere sull'uscita dell'Italia dall'Unione europea forse è arrivato il momento di farlo. A guardare gli andamenti delle quotazioni sembra che i bookmaker comincino a credere che questa eventualità possa diventare un giorno realtà. Il braccio di ferro tra Bruxelles e l'Italia delle ultime settimane, che ha portato il Tesoro a parlare di un clima di accerchiamento dopo l'ennesima lettera Ue inviata a Roma, rimbalza sulla lavagna degli scommettitori d'oltremanica che vedono il nostro Paese principale candidato all'uscita dall'Unione Europea.

Dopo la Brexit, quindi, anche l'Italia potrebbe lasciare l'UE: la quota - riferisce Agimeg - è 3,00 ed è la più bassa nel novero dei Paesi a rischio uscita dall'Europa. La Grecia, che dopo anni di austerità ha rimesso i conti in ordine, è la seconda scelta sulla lavagna dei bookies britannici, a 5,00, seguita da due Paesi dell'Est: la Repubblica Ceca è offerta a 7,00 mentre la Polonia si gioca a 9,00.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

  • Brexit, la profezia di Farage: Johnson fallirà e ci sarà un nuovo rinvio

  • E-cigarette nella bufera negli Usa. E in Europa?

  • “Quella giornata con Carola passata a raccattare cadaveri in mare”

Torna su
EuropaToday è in caricamento